Domenica, 17 Novembre, 2019

Oggi, 13 giugno, si celebra la Giornata mondiale del donatore di sangue

Giornata Mondiale del Donatore scesi in campo anche i poliziotti imperiesi Giornata Mondiale del Donatore scesi in campo anche i poliziotti imperiesi
Machelli Zaccheo | 17 Giugno, 2019, 05:38

Dopo anni torna a salire il numero dei donatori di sangue, anche se il sistema mostra qualche sofferenza, con l'età media di chi va a donare che si alza. È il dato diffuso oggi, 12 giugno, dal Centro nazionale sangue, che in vista della Giornata mondiale del donatore di sangue, il 14 giugno, lancia il nuovo portale dedicato ai donatori.

Il paese ospitante per la Giornata mondiale del donatore di sangue 2019 è il Ruanda e l'evento globale si terrà a Kigali sabato 14 giugno sul tema "Sangue sicuro per tutti" (l'edizione 2020 sarà invece in Italia). In leggero calo i pazienti trasfusi che sono stati circa 630mila contro 637mila.

La trasfusione di sangue ed emoderivati salva milioni di vite ogni anno. Sarà anche l'occasione, prosegue il Ministro, per promuovere in tutto il mondo il modello del sistema sangue italiano che garantisce terapie salvavita a tutti i pazienti che ne hanno necessità. Il Friuli Venezia Giulia si conferma la Regione con il maggior numero di donatori totali, seguito dalla P.A. di Trento e dalla Sardegna. Stesso trend per quelli tra 26 e 35 anni, che nel 2017 erano 290mila, circa il 17%. Specularmente, per effetto dell'invecchiamento della popolazione, crescono i donatori più 'anziani': nelle fasce 36-45 e 46-55 sono il 25% e il 29%.

"La Fidas Donatori Sangue Pescara, da più di trent'anni attiva all'interno del Centro Trasfusionale dell'ospedale Spirito Santo con cui collabora a stretto contatto e nella massima professionalità, tra le tante attività che ha in essere, scende in campo ogni 14 giugno per ricordare a tutti che questa è una partita che si vince facendo un lavoro di squadra", afferma la presidente Anna Di Carlo. Il servizio di Immunoematologia e Medicina Trasfusionale degli IFO, Regina Elena e San Gallicano, diretto da Laura Foddai, è parte attiva della Rete Trasfusionale della Regione Lazio e mette in campo periodicamente iniziative importanti di informazione e sensibilizzazione alla donazione accompagnate sempre dallo slogan "Fatti un regalo Dona il sangue". "Per quanto riguarda la carenza di medici, che sconta anche l'assenza di una specializzazione in Medicina trasfusionale, abbiamo chiesto agli assessorati regionali alla Salute, insieme ai presidenti dei collegi dei professori di Ematologia e Patologia clinica, di aumentare la disponibilità di borse di studio per queste specialità in modo da coprire gli organici anche nei Servizi trasfusionali".

Altre Notizie