Martedì, 15 Ottobre, 2019

Di Biagio, la Spagna la conosciamo, - Ultima Ora

Foden Kean Jovic Euro U21s Getty Goal
Cacciopini Corbiniano | 16 Giugno, 2019, 01:16

Vigilia rovente per l'Italia, domani sera (ore 21.00) gli azzurri scenderanno in campo a Bologna per affrontare la Spagna nel match che apre gli Europei Under 21 di calcio. Contiamo sull'appoggio di un grande pubblico.

"Quando abbiamo iniziato, otto anni fa, il nostro era un lavoro difficile e duro e lo abbiamo superato". Sempre conservando l'equilibrio giusto, naturalmente. Con la Spagna abbiamo vinto forse una volta con l'Under 21 negli ultimi 20 anni, ma oggi ce la giochiamo. Due anni fa giocammo tutta la ripresa in 10, speriamo di giocare 11 contro 11 e di dimostrare di poter competere contro di loro. Il potenziale c'è, così come il talento e questa sarà l'occasione buona per esprimerlo. In porta giocherà Meret. Non mi sento neanche di dire che non verrà mai cambiato. Per gli altri, tra poco faremo l'ultimo allenamento. Quanto alla formazione, sono due i dubbi per il ct Luigi Di Biagio, che in conferenza stampa ha annunciato Alex Meret come portiere titolare. "Adesso non ci possiamo accontentare". "Accostarmi al grande Cesare Maldini o a Marco Tardelli è impossibile, sono icone".

"Al di là delle parole di Gravina e Costacurta, credo che le pressioni siano altissime. So che di là c'è grandissima squadra, ma sono concentrato su di noi". "Voglio giocare bene per provare ad alzare il trofeo, sapendo che tra vincere e non vincere la linea è molto sottile". "Zaniolo è andato prima in Nazionale A perché Roberto Mancini voleva conoscere da vicino i giovani più talentuosi". Sulle voci di mercato, poi: "È un'occasione troppo importante per pensare ad altro".

Continua anche la prevendita per le altre gare del torneo, per la finale del 30 giugno a Udine si va verso il tutto esaurito, così sarà pieno lo stadio di Reggio Emilia per la partita contro il Belgio, in programma il 22 giugno.

Altre Notizie