Domenica, 21 Luglio, 2019

Assange, Londra firma la richiesta di estradizione Usa

Il Segretario di Stato per gli affari interni del Regno Unito Sajid Javid Ministro Interni Gb firma l'estradizione per Assange REUTERS Danish Siddiqui
Evangelisti Maggiorino | 15 Giugno, 2019, 13:53

Il 13 giugno però il Ministro dell'Interno britannico ha annunciato di aver firmato la richiesta di estradizione negli Stati Uniti, dove il 47enne è accusato di decine di capi d'imputazione ai sensi dello Espionage Act, legge del 1917 applicata per la prima volta ad un giornalista.

Assange, ha tagliato corto Javid in un'intervista alla Bbc, "è giustamente dietro le sbarre. C'è una richiesta degli Stati Uniti che sarà al vaglio del tribunale da domani (il 14 giugno, ndr), ma ieri ho intanto firmato l'ordine di estradizione, l'ho certificato".

L'atto di Javid ad oggi ha un valore puramente tecnico e preliminare.

Perché il quasi ex ministro Javid abbia firmato tale richiesta, visto che Assange è in un carcere di Londra e vi dovrà rimanere ancora per quasi un anno, non è spiegabile se non con il fatto che è in corsa per diventare leader dei Tory e nuovo premier. Assange, 47 anni, sta scontando una condanna a 50 settimane di prigione nel Regno Unito per aver infranto la libertà condizionale nel 2012 ed essersi rifugiato nell'ambasciata dell'Ecuador, dove è rimasto fino a poche settimane fa, per evitare l'estradizione in Svezia, dove era ricercato per stupro. Le autorità svedesi hanno riaperto il caso contro di lui - che era stato chiuso nel 2017 - ma un tribunale di Uppsala ha bloccato la richiesta di estradizione.

Il caso di fronte alla giustizia britannica sulla richiesta di estradizione Usa è in ogni modo destinato a durare mesi, data l'opposizione già preannunciata dagli avvocati di Assange, che denunciano l'azione di Washington come una persecuzione e un tentativo di vendetta innescato dalla pubblicazione nel 2010 da parte di Wikileaks di una montagna di documenti riservati americani: una parte dei quali uscita del Pentagono e comprovante crimini di guerra commessi in Iraq e Afghanistan.

Altre Notizie