Lunedi, 19 Agosto, 2019

Radiohead, in vendita per beneficenza il materiale hackerato di "Ok Computer"

Radiohead hackerato materiale inedito chiedono loro il riscatto e la band pubblica tutto Hacker trafuga materiale inedito dei Radiohead, la band lo anticipa e pubblica tutto
Deangelis Cassiopea | 14 Giugno, 2019, 13:09

I file possono essere scaricati sono per i prossimi 18 giorni.

Pezzi inediti dei Radiohead prodotti durante le registrazioni dell'album "OK Computer" sono stati hackerati. Questa volta, i pirati informatici hanno scelto di prendersela con Thom Yorke e i Radiohead, ma sono stati battuti in astuzia. I Radiohead hanno quindi deciso di approfittare della situazione spiacevole in cui si sono trovati per supportare la loro iniziativa.

Extinction Rebellion è un movimento socio-politico non violento che protesta contro il cambiamento climatico. La band inglese, infatti, è stata al centro di una strana vicenda risolta in maniera piuttosto brillante. Qualcuno ha rubato l'archivio di minidisc di Thom del periodo di OK Computer ed avrebbe chiesto 150mila Dollari di riscatto. Al prezzo di 18 sterline è possibile acquistare l'intero pacchetto di registrazioni esclusive, l'incasso sarà devoluto all'Extinction Rebellion, gruppo che si batte per la difesa dell'ambiente e per fermare i cambiamenti climatici.

L'hackeraggio era stato discusso per la prima volta una settimana prima della reazione dei Radiohead, su un forum a loro dedicato nel sito web Reddit, in cui utente aveva scritto di voler vendere i file incriminati.

Il furto è stato confermato dal chitarrista della band, Jonny Greenwood: "Invece di lamentarci o di preoccuparci abbiamo deciso di rilasciare tutte 18 le ore di registrazioni su Bandcamp per aiutare Extinction Rebellion". E molto, molto lungo. Ci sono anche la primissima versione di "Exit Music", all'epoca intitolata "Poison" e delle tracce del singolo "Lift", che il gruppo scelse di non inserire nell'album.

Altre Notizie