Lunedi, 19 Agosto, 2019

NBA, infortunio al tendine d'Achille per Durant

Contro i suoi pariruolo collegiali ha letteralmente giganteggiato Contro i suoi pariruolo collegiali ha letteralmente giganteggiato
Cacciopini Corbiniano | 14 Giugno, 2019, 09:37

Ci arriva stranamente in ritardo, di quasi 10 minuti, attorno alle 12.40 (trattenuto da una lunga conversazione con DeMarcus Cousins).

Chi si azzarderà a dare un contratto pluriennale ad un giocatore che a settembre compirà 31 anni e che, ad oggi, non dà garanzie sul piano fisico? Lo capiamo e lo accettiamo, sappiamo che a questo livello è così. Durant, però, si è fatto di nuovo male all'inizio del secondo quarto. Non sembrerebbe così, però.

Anche se solo la risonanza magnetica rivelererà la vera entità dell'infortunio nel post partita il General Manager Bob Myers ha confermato che ad essere coinvolto è il tendine d'Achille. Ho al mio fianco la mia famiglia e i miei cari, e abbiamo tutti apprezzato i tantissimi messaggi che la gente ci ha spedito. Il basket è il mio amore più grande e quella sera volevo scendere in campo perché è quello che faccio sempre. Volevo aiutare i miei compagni a raggiungere uno storico threepeat. Anche senza KD i Warriors sembrano ora avere ritrovato la fiducia persa, ma sono comunque ancora i canadesi ad avere un match ball a disposizione, con Leonard e compagni che sperano ovviamente di non doversi pentire della grandissima chance appena sprecata. "Il mio recupero comincia adesso". "So che i miei fratelli possono vincere gara-6 e io farò il tifo per loro insieme a tutta la Dub Nation mentre saranno in campo per ottenere questa vittoria".

Altre Notizie