Mercoledì, 21 Agosto, 2019

Rosberg, che attacco a Vettel: "Sbaglia sempre sotto pressione, penalità meritata"

Il Gran Premio del Canada di Formula 1 in diretta e in differita Canada, la sequenza dell’errore di Vettel che ha portato alla penalizzazione e alla vittoria di Hamilton
Cacciopini Corbiniano | 13 Giugno, 2019, 05:52

"In definitiva, la Formula 1 non è più lo sport di cui mi sono innamorato", ha detto sconsolato il pilota tedesco di Ferrari.

La gara del Canada ha visto Hamilton vincere la competizione grazie ad una penalità comminata a Vettel a causa del suo rientro in pista dopo aver tagliato una chicane, in questo articolo cercheremo di capire se forse si poteva evitare, grazie al gioco di squadra, di trovarsi nella situazione di esser inseguiti così da vicino dalla Mercedes di Hamilton. Alcuni hanno caratterizzato la successiva reazione post-gara di Vettel come infantile. Beat Zehnder, team manager Alfa Romeo, ha dichiarato al quotidiano Blick: "La decisione è una barzelletta, è così che si distrugge il nostro sport". I commentatori TV, forieri di giudizi ed ipotesi spesso fantasiose ed avventate, hanno giustificato questa decisione parlando di un eventuale attacco che il Monegasco avrebbe dovuto portare negli ultimi giri, ma francamente non si capisce proprio chi sarebbe dovuto essere il bersaglio di una tale furibonda rimonta. "Ma non l'ha fatto e giustamente è stata valutata come un'azione pericolosa".

Anche altri ex conducenti hanno chiarito i loro sentimenti.

Problemi di surriscaldamento magicamente risolti dalla variazione apportata al pit-stop, modifiche "solite" che, a Montreal, hanno cambiato il volto della gara e permesso a Hamilton di spingere nel secondo stint, dove nel primo ha dovuto gestire la distanza dalla Ferrari per controllare le temperature. "Al posto di Sebastian Vettel, avrei afferrato il cartello con il numero 1 e l'avrei lanciato sulla macchina", ha detto.

Hamilton ha colpito il muro venerdì e ha subito una preoccupante perdita idraulica poco prima della gara, mentre Bottas ha sofferto un problema di pressione del carburante venerdì e in un giro durante le qualifiche del sabato che lo hanno lasciato fuori posizione sulla griglia e con un sacco di lavoro da fare in un'auto che era sull'orlo del surriscaldamento.

Altre Notizie