Mercoledì, 16 Ottobre, 2019

Governo:Conte, vertice è andato bene - Ultima Ora

Viktor Elbling ambasciatore tedesco in Italia Viktor Elbling ambasciatore tedesco in Italia
Esposti Saturniano | 11 Giugno, 2019, 14:21

Il vertice è andato "bene".

Il vertice di stasera tra Giuseppe Conte e i due vicepremier "andrà bene se rimettiamo al centro della stanza i cittadini".

"All'amico Di Maio, con cui c'é ritrovata e spero duratura sintonia, dico che sono disponibilissimo a ragionare sul salario minimo per i lavoratori ma sono le imprese che lo garantiscono e quindi se non riduci la pressione fiscale sulle imprese come fanno a garantirlo?" ha proseguito Salvini, aggiungendo che "visto che la ripresa è 'zero virgola', l'Italia ci chiede di più e l'unico modo è quello di pagare i debiti e tagliare le tasse ed è quello che abbiamo intenzione di fare: sono al governo per aiutare gli italiani e non per tirarla in lungo". "Non ci sarà nessuna manovra correttiva e nessun aumento di tasse" ha dichiarato il Ministro dell'Interno Salvini dopo l'incontro durato circa tre ore.

Una questione che Di Maio torna a ribadire: "Il primo obiettivo e la priorità in questo momento è abbassare le tasse e lavoreremo per questo".

A riportare serenità nella maggioranza, probabilmente, ha contribuito la lunga riunione della scorsa notte che a detta dello stesso Di Maio si sarebbe svolta in "un clima positivo di chi vuole lavorare al massimo per l'Italia". "Il Presidente e i Vicepresidenti torneranno a riunirsi nei prossimi giorni per completare il piano di azione da perseguire sino alla fine della legislatura", viene spiegato. "Il confronto - viene spiegato - è stato aperto e molto concreto". Si è concordato di portare domani in Consiglio dei Ministri il decreto sicurezza bis, considerato che su di esso era già stata anticipata dal Presidente la disponibilità a portarlo all'esame del primo Consiglio utile, nella versione da ultimo concordata proprio a ridosso della consultazione elettorale europea. Così una nota di Palazzo in tarda notte rimarca: "Sarà necessario un incontro con i tecnici del Mef e il ministro Tria per mettere a punto una strategia da adottare nell'interlocuzione con l'Europa, volta ad evitare una procedura di infrazione per il nostro Paese, e per impostare una manovra economica condivisa". "Si è altresì concordato di accelerare sulla proposta legislativa sul salario minimo attualmente in discussione presso la competente commissione al Senato".

Altre Notizie