Martedì, 17 Settembre, 2019

Venezia, Tacopina: "Ci avevano detto di essere salvi. Vie legali? Non molleremo"

CALCIO CAOS - Tacopina attacco: Tacopina: «Disgustato dal calcio italiano. Il Palermo ha barato ed è ancora in B»
Cacciopini Corbiniano | 10 Giugno, 2019, 16:58

Come tutti voi sapete, un mese fa ho ricevuto una lettera, un comunicato dal presidente della Lega di Serie B che diceva che il Venezia era salvo. "Noi ci troviamo a giocare due partite che non dovevamo mentre il Palermo che ha barato e commesso illeciti ce lo ritroviamo ancora in Serie B", l'attacco del patron del Venezia. Siamo sulla stessa lunghezza d'onda, anche lui era molto disgustato da tutto e penso che se avesse perso avrebbe reagito persino in maniera più negativa della mia. Sono 10 anni che vivo il calcio italiano, lo amo, però è chiaro che cose come il caos generato con il Palermo fanno disgustare le persone. Ma ho visto l'episodio del rigore un centinaio di volte, è evidente l'intervento del difensore della Salernitana. "Chiedo ai tifosi di venire allo stadio e aiutarci nella gara di ritorno per salvare la Serie B, lo meritiamo e la battaglia non è ancora terminata". E questo non è assolutamente possibile. E se torniamo indietro a mercoledì: noi siamo una delle società che si è battuta per avere il VAR sempre; ci mettono il VAR e poi succede quello che succede. Nulla da recriminare, invece, sui suoi giocatori. A chi gli ha chiesto se ha già il nome del sostituto di Angeloni, ha chiosato: "Non possiamo parlare di questo dopo un'ora da quello che si è visto sul campo".

SALERNITANA - Naturalmente soddisfatta l'altra parte, ecco le parole del tecnico Leonardo Menichini, subentrato a Gregucci a una giornata dalla fine della regular season del campionato cadetto: "Merito di Lotito che a fine primo tempo ha parlato con Micai negli spogliatoi e l'ha fatto tornare in campo". Per quanto riguarda l'aspetto legale, si è in attesa della decisione del TAR, che dovrebbe pronunciarsi martedì.

Non abbiamo ancora smesso di lottare, io non mi considero ancora in Lega Pro, devono succedere ancora un sacco di cose. Il Palermo ha problemi e il 24 giugno si capirà se si iscriverà. "Per me si difende la squadra andando in curva".

Altre Notizie