Martedì, 15 Ottobre, 2019

Accordo tra Usa e Messico per la sospensione dei dazi

El Paso Texas 5 giugno 2019 El Paso Texas 5 giugno 2019
Evangelisti Maggiorino | 10 Giugno, 2019, 14:42

A dirlo è stata la portavoce della Casa Bianca, Sarah Sanders, riferendosi ai dazi del 5% annunciati dal presidente Donald Trump su tutti i beni importati dal Messico, voluti per spingere il Paese vicino a fermare il flusso di migranti irregolari verso nord. 'Prenderanno misure forti', annuncia il presidente americano. "Questo sarà fatto per ridurre grandemente, o eliminare, l'immigrazione illegale proveniente dal Messico e verso gli Stati Uniti", prosegue Trump, aggiungendo che "i dettagli saranno diffusi a breve dal dipartimento di Stato". L'accordo, inoltre, stabilisce che i migranti in arrivo dal Messico e che chiederanno asilo negli Stati Uniti saranno "rapidamente rimandati" in Messico.

Da lunedì il Messico schiererà la sua guardia nazionale al confine meridionale, contrastando le gang criminali e collaborando con i servizi segreti americani.

Ma già il 5 giugno Trump è apparso più ottimista, quando ha affermato che i dazi potevano essere evitati e che il Messico aveva iniziato a prendere sul serio le richieste degli Usa: "Penso che vogliano fare qualcosa".

I negoziati sono durati tre giorni, con il ministro degli Esteri messicano, Marcelo Ebrard, che ha passato molto tempo a Washington per arrivare ad una quadra finale. La stragrande maggioranza dei 144 mila migranti arrestati o rientrati nel confine meridionale degli Stati Uniti a maggio provenivano dall'Honduras, dal Salvador e dal Guatemala, alcuni dei paesi più poveri del continente.

È quanto previsto in una bozza di dichiarazione ottenuta dal giornale politico "The Hill".

Gli Usa hanno raggiunto un accordo con il Messico e le tariffe commerciali lunedì non scatteranno. Usa bus di linea. Nello Stato messicano di Chiapas ci sono 250 chilometri di confine con il Guatemala dal quale entrano la maggior parte dei migranti.

Altre Notizie