Martedì, 15 Ottobre, 2019

A Greta Thunberg premio 'ambasciatore della coscienza' di Amnesty

Evangelisti Maggiorino | 09 Giugno, 2019, 14:09

Stoccolma, 7 giu. (askanews) - L'attivista per il clima Greta Thunberg e il movimento studentesco dei "Venerdì per il futuro" sono stati nominati Ambasciatori della coscienza per il 2019 da Amnesty International. Il riconoscimento è stato attribuito alla giovane attivista svedese, che ha promosso la protesta contro la mancata azione dei governi per fare fronte ai cambiamenti climatici, per le sue capacità di "leadership e coraggio uniche per la difesa dei diritti umani" (CHI È GRETA). "È incredibile vedere quante persone si sono mobilitate e sapere che ciò per cui stiamo lottando sta avendo un impatto", ha dichiarato Greta.

Sono oltre un milione gli studenti che hanno preso parte all'ultimo sciopero dei "Venerdì per il futuro" del 24 maggio in oltre 100 paesi. "Non mi vengono in mente premiati migliori di Greta Thunberg e del movimento che ha organizzato gli scioperi del venerdì per il clima", ha dichiarato Kumi Naidoo, segretario generale di Amnesty International. "Siamo onorati e commossi - ha aggiunto Naidoo - dalla determinazione con i giovani attivisti di ogni parte del mondo ci stanno obbligando a confrontarci con la realtà della crisi climatica".

Quello di Ambasciatore di Coscienza rappresenta il massimo riconoscimento dell'organizzazione ed è un premio istituito nel 2002 per onorare e valorizzare le persone che si sono battute per i diritti umani con atti di coscienza. In passato, lo hanno ricevuto personalità come Nelson Mandela, Malala Yousafzai, Ai Weiwei, Joan Baez e Alicia Keys. Questo non è un premio per me, è un premio per tutti. È qualcosa che appartiene a tutti coloro che fanno parte del movimento: noi abbiamo il dovere di cercare di migliorare il mondo. "Non possiamo risolvere un problema, senza risolvere l'altro".

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google.

Altre Notizie