Martedì, 15 Ottobre, 2019

Navi da guerra Russia-Usa sfiorano scontro nel Mar Cinese

I bombardieri Тu-22 М3 delle forze aerospaziali russe all'opera contro i terroristi nella provincia di Deir el-Zor Siria Brutta sorpresa per la marina militare USA da parte della Russia Sputnik. Ministry of defence of the Russian Federation
Evangelisti Maggiorino | 08 Giugno, 2019, 03:39

Due navi da guerra, una russa e l'altra statunitense, hanno sfiorato incredibilmente la collisione.

Come prevedibile, Russia e Stati Uniti sostengono due versioni opposte, ovvero entrambe le parti affermano che "l'avversario" avrebbe condotto manovre non sicure e di essere state costrette di conseguenza a condurre operazioni di emergenza al fine di evitare la sicura collisione. L'episodio è avvenuto in acque che in passato sono state teatro di un'intensa rivalità navale tra Usa e Cina, ma da cui la Russia era stata invece pressoché assente. Lo riportano i media Usa.

La Settima Flotta USA sostiene che l'equipaggio russo dell'Admiral Vinogradov si sia comportato in modo "non professionale" dopo che l'incrociatore USA Chancellorsville si è improvvisamente avvicinato a loro. "Oggi alle 6:35 ora di Mosca nella parte sudorientale del Mar Cinese orientale, mentre un distaccamento di navi della Flotta del Pacifico e un gruppo di incrociatori della Marina Usa stavano procedendo su rotte parallele, l'incrociatore USS Chancellorsville ha improvvisamente cambiato direzione e ha tagliato la rotta della nave antisommergibile Admiral Vinogradov a 50 metri", l'accusa della marina russa riportata da Ria Novosti.

La legge marittima internazionale impone alle navi di mantenere una distanza di sicurezza, normalmente interpretata come 914 metri, quando ne incrociano un'altra, e inoltre richiede che una nave non interferisca con un'altra.

Altre Notizie