Venerdì, 19 Luglio, 2019

Insigne: "Sarri alla Juve sarebbe un tradimento"

Insigne festeggia i 28 anni e si toglie la... fasciatura: l'allarme è rientrato Italia, Insigne: "Sarri professionista ma sarebbe dura vederlo sulla panchina del Juve. Per noi...
Cacciopini Corbiniano | 05 Giugno, 2019, 19:57

PERIODO NEGATIVO - "E' vero, ho passato un brutto periodo ma è ormai passato". Poi è un professionista, non può allenare per sempre.

LA SFIDA CON LA GRECIA - "Stiamo studiando la Grecia, non sarà semplice, fuori casa".

"Con le mie qualità dovrei dare sempre di più". Sono arrivato a 28 anni e sono orgoglioso di essere capitano del Napoli, della mia squadra del cuore. "Ora che ho la fascia i napoletani mi chiedono ancora di più". Bisogna fare qualcosina per vincere i trofei. Queste le sue parole sul possibile approdo di Sarri alla Juventus: "Sono voci che mi creano dispiacere, per noi giocatori del Napoli e per il popolo napoletano ha fatto tanto. Ma finché faccio bene a Napoli non mi mancano neanche i trofei anche se ovviamente vorrei metterne qualcuno in bacheca dopo tanti secondi posti, vorrei riuscirci per la squadra e per le qualità che ha", ha proseguito l'attaccante azzurro.

"Mi è dispiaciuto sia andato via Allegri perché ha vinto quasi tutto ed è stato un ottimo allenatore, però anche Sarri, con la vittoria dell'Europa League col Chelsea, ha dimostrato di essere veramente un tecnico di livello internazionale quindi sarei molto contento del suo arrivo". Voglio dare il triplo e spesso non ci riesco perchè sono napoletano. E Lorenzo Insigne lo dice chiaro e tondo: "Sì, Sarri alla Juve per noi napoletani sarebbe sicuramente un tradimento, e io spero ancora che cambi idea". Dispiace, è dura vederlo su quella panchina, ha cambiato tantissimo.

Fine della conferenza stampa.

Altre Notizie