Lunedi, 19 Ottobre, 2020

Strage in ufficio, funzionario ammazza 13 persone e viene ucciso

Virginia Beach Virginia Stati Uniti Virginia Beach Virginia Stati Uniti
Evangelisti Maggiorino | 01 Giugno, 2019, 18:53

Quando l'uomo ha esploso i primi colpi, nell'edificio sono entrati quattro poliziotti con i quali il killer, identificato nel 40enne DeWayne Craddock, ha ingaggiato "un lungo scontro a fuoco". L'episodio è avvenuto poco dopo le 16 locali di venerì 31 maggio, le 22 in Italia, a Virginia Beach, città che conta circa 450mila abitanti. A tracciare il bilancio sono state le autorità, che hanno reso noto che l'autore della strage è un dipendente del municipio, che è morto.

Ha aperto il fuoco all'interno di un edificio governativo, sito in un complesso di edifici amministrativi, seminando il panico e provocando la morte di diverse persone. Secondo quanto emerso, l'uomo lavorava da tempo come ingegnere nel dipartimento dei servizi pubblici della città americana e negli ultimi anni era il punto di contatto per le informazioni sui progetti stradali locali.

Una sparatoria registrata nel centro municipale di Virginia Beach, in Virginia, ha causato la morte di quattordici persone e altre cinque sono rimaste ferite e sono ricoverate in ospedale.

Secondo una prima ricostruzione, l'assalitore è entrato in azione ieri a metà pomeriggio e ha aperto il fuoco colpendo in modo "indiscriminato" i dipendenti all'interno di un edificio municipale.

Sul luogo della sparatoria sono stati trovati una pistola semi automatica e un fucile.

"E' un giorno tragico", ha commentato il governatore dello Stato, Ralph Northam, accorso sul posto mentre il presidente Donald Trump "è stato informato e sta monitorando la situazione". Dal canto suo, il primo cittadino, Robert M. Dyer ha sottolineato che si tratta del "giorno più devastante della storia di Virginia Beach".

Altre Notizie