Sabato, 18 Settembre, 2021

Mugello, Andrea Dovizioso sa cosa fare

Mugello, Andrea Dovizioso sa cosa fare Mugello, Andrea Dovizioso sa cosa fare
Cacciopini Corbiniano | 31 Mag, 2019, 09:39

Il circuito del Mugello è pronto ad accogliere il Mondiale MotoGp, compresa una serie di importanti avvenimenti a latere.

Andrea Dovizioso: "Sicuramente il nostro obbiettivo è quello degli ultimi due anni". Sotto accusa è sempre la 'gobbetta´, il leggerissimo dosso in fondo al rettilineo che ad altissima velocità può provocare un pericoloso anche se quasi impercettibile alleggerimento della moto.

Il Mugello è la gara più speciale del 2019 per me ma anche per tutti i piloti italiani. "E poi, l'atmosfera incredibile, con tutti i tifosi lungo la pista, e quello che si vede la domenica è molto emozionante". "Il tempo non è stato ottimale, ma è stata davvero una grande esperienza". Quest'anno abbiamo un pacchetto molto competitivo, soprattutto con un buon motore, sicuramente lotteremo per il podio. Nel 2014 c'è stata la mia ultima vittoria qui, nel 2016 ho lottato fino alla fine e negli anni successivi non sono andato molto bene.

Il Gran Premio d'Italia è un grande evento per tutti i piloti di casa, ma per Ducati ha un sapore davvero speciale. Analizzeremo gli avversari per capire dove siamo più forti rispetto a loro: è comunque una gara importante per Ducati e i piloti italiani che vogliono fare bene davanti al proprio pubblico. "So che questa è una pista importante per la Ducati e per i piloti italiani, ma per me è una gara come le altre e cercherò di concentrarmi sul lavoro del box".

"Il podio di due settimane fa mi ha aiutato ad essere più sicuro e fidarmi di più durante il weekend, ho anche imparato molto a concentrarmi e ad essere più rilassato". Sono felice di aver ritrovato la fiducia in sella, sono molto emozionato per questa gara al Mugello. Siamo in forma, ma bisognerà costruire il GP come abbiamo fatto a Le Mans. Il rettilineo mi spaventa un pochino, ma recuperiamo nelle curve che ci sono. "Vogliamo e dobbiamo fare bene anche quest'anno" ha detto il pilota forlivese.

"Ho fatto un 4° posto a Le Mans, un tracciato nel quale sono sempre stato competitivo e che si adatta molto al mio stile. Sia io che tutta la mia squadra arriviamo a questa gara con tanta carica, che non guasta mai, e con l'obiettivo di lottare ancora una volta per le prime posizioni". Ho imparato tantissimo in questo inizio di stagione, e spero di riuscire ad essere tra i piloti di testa. Qui ho sempre faticato un po' di più, lo scorso anno sono caduto in gara.

Altre Notizie