Giovedi, 14 Novembre, 2019

Europee, i dati definitivi: la Lega supera il 40%

Elezioni europee 2019: exit poll, proiezioni e risultati. Lo spoglio in diretta Il voto a Napoli: la Lega al 12,4% non sfonda, Cinque Stelle primi al 39,9%, record astensionismo. Crisi Pd al Sud
Evangelisti Maggiorino | 28 Mag, 2019, 11:38

Sono questi i risultati delle Elezioni Europee che emergono in Italia. In base ai dati del Viminale, quando manca una sola sezione da scrutinare, l'affluenza alle 23 si attesta al 56,10% mentre alle precedenti consultazioni del 2014 si era registrata un'affluenza del 58,69. Terza la Lega, con un exploit cittadino che le frutta il 18,27% (12.303 voti).

In Sicilia, in controtendenza col dato nazionale, il partito più votato è il Movimento 5 Stelle (479.562 voti, 31,18%) che ottiene 2 seggi che vanno all'ex Iena catanese Dino Giarrusso (108.146 voti) e a Ignazio Corrao, eurodeputato uscente palermitano, riconfermato (107.639 voti). Sotto il punto percentuale sia il Partito comunista che Casapound, che si ferma allo 0,42 nella Capitale.

Sembra che anche la regione Piemonte, stia per passare alla coalizione di Centrodestra. Anzi, insieme M5s e Lega siamo oltre il 50%. Il primo dato è che nella maggioranza di governo si è verificato un clamoroso rovesciamento dei rapporti di forza che mai nella storia della Repubblica avevamo visto. Nel Sannio la sorpresa: la Lega Nord è il primo partito con il 27, 86 % delle preferenze.

La Lega è comunque avanzata molto (alle scorse europee aveva il 2%, oggi oltre il 28,9% con raddoppio dei voti rispetto al 2018), ma si è fermata al secondo posto.

Bisogna infatti rilevare come le politiche dell'immigrazione, comunemente definite "politically correct" ovvero politicamente corrette, in quanto allineate al pensiero unico progressista, nonchè dell'austerità adottate dalla sinistra di governo, non solo non hanno pagato, ma al contrario hanno generato le sonore sconfitte subite da Renzi nelle urne, facendo sì che anche le storiche roccaforti rosse andassero perdute.

Un grande successo per Matteo Salvini.

Ottimo risultato del "Carroccio" anche a Macerata città dove raggiunge il 36,38%, il Pd il 22,12 e il M5s il 14,71.

Anche in Puglia il partito di Luigi Di Maio si conferma come primo partito con il 26,29 per cento.

Altre Notizie