Domenica, 15 Settembre, 2019

Elezioni Australia, sfida Morrison-Shorten. Opposizione Labour in vantaggio

Elezioni in Australia, la coalizione liberal-nazionale vince contro le aspettative A sorpresa vince la coalizione liberal-nazionale al governo. Il premier Morrison: "Ho sempre creduto nei miracoli"
Evangelisti Maggiorino | 20 Mag, 2019, 12:25

Qui riportiamo alcune delle principali informazioni sul voto. I senatori invece restano in carica per 6 anni, ma il sistema australiano prevede che la metà di questi venga eletta ogni tre anni.

Contro tutte le previsioni, dopo un'aspra campagna elettorale e con un ribaltone del risultato pronosticato inizialmente dagli exit polls, i conservatori hanno vinto di misura le elezioni sotto la leadership del premier Scott Morrison. Una corsa importante, che andrà a determinare quale corrente politica seguirà il Paese dopo nove mesi di transizione, con il governo guidato dal premier Scott Morrison che, nell'agosto 2018, aveva sostituito lo sfiduciato Malcolm Turnbull che, a sua volta, aveva pagato la sua politica altalenante soprattutto sulla questione del cambiamento climatico (oltre che la spinosa vicenda che ha portato alle dimissioni del ministro Barnaby Joyce).

Una vittoria non scontata al punto che i ministri del suo gabinetto non sono scesi in campo per sostenerlo: Morrison ha puntato sull'elettorato meno giovane parlando di sanità e di stato sociale, in contrapposizione con le riforme promesse dai laburisti. Secondo alcune rilevazioni il margine della compagine guidata da Shorten è avanti con il 51% contro il 49% dopo la distribuzione delle preferenze. Il leader del Labour australiano Bill Shorten, favorito dai sondaggi, ha lasciato la guida del partito.

Giornalista dal 2012, un passato a Giornalettismo, insieme alla passione per le news online ha coltivato quella per la Seo.

Altre Notizie