Sabato, 17 Agosto, 2019

Open Arms: chiesta l'archiviazione per armatore ed equipaggio

Migranti, procura di Catania chiede l’archiviazione per l’ong Open Arms Archiviata l’inchiesta su Open Arms, nessun legame tra la Ong e gli scafisti
Evangelisti Maggiorino | 18 Mag, 2019, 04:57

In Italia, invece, dopo più di un anno di indagini, la vicenda giudiziaria della Open Arms - l'ong spagnola fra le più attive nel soccorrere i migranti nel mare fra Italia e Libia - finisce in un una bolla di sapone: il magistrato che aveva lanciato l'accusa oggi ne chiede invece l'archiviazione. Lo stesso Zuccaro era arrivato a chiedere l'archiviazione dell'inchiesta al gip di Catania, Nunzio Sarpietro. Sull'Ong ProActiva Open Arms restano le accuse di favoreggiamento dell'immigrazione clandestina da parte della Procura di Ragusa.

Erano indagati per associazione per delinquere finalizzata all'immigrazione clandestina per lo sbarco a Pozzallo (Ragusa), nel marzo 2018, di 218 migranti soccorsi al largo della Libia. In quel momento, però, la Guardia costiera italiana aveva avvisato Open Arms che le operazioni di soccorso sarebbero state gestite dalle autorità marittime libiche, e aveva chiesto che la Ong consegnasse i migranti a una nave libica che intanto era arrivata sul posto.

"Siamo felici di apprendere - hanno commentato stamattina i vertici di ProActiva Open Arms - che un ulteriore passo verso la verità è stato fatto, ribadiamo di aver sempre operato nel rispetto delle Convenzioni internazionali e del Diritto del mare e che continueremo a farlo mossi da un unico obiettivo: difendere la vita e i diritti delle persone più vulnerabili". Archiviata l'accusa per il comandante Marc Reig Creus e per il capo della Procactiva Open Arms spagnola, Ana Isabel Montes Mier. Inoltre era scattata la polemica perché "nonostante la vicinanza con l'isola di Malta, la nave proseguì la navigazione verso le coste italiane, come era sua prima intenzione". Nel dicembre scorso ai due indagati era stato notificato l'avviso di conclusione indagine che prelude a una eventuale richiesta di rinvio a giudizio. Il fascicolo, per competenza, fu trasferito alla Procura di Ragusa che reiterò la richiesta di sequestro della Open Arms, rigettata il 16 aprile 2018 dal gip Giovanni Giampiccolo.

La notizia della richiesta di archiviazione è stata resa nota dai legali della Ong, gli avvocati Alessandro Gamberini e Rosa Emanuela Lo Faro, che hanno avuto risposta dalla Procura distrettuale di Catania alla loro richiesta di conoscere lo "stato del procedimento".

Altre Notizie