Mercoledì, 22 Mag, 2019

Sea Watch fa rotta verso Lampedusa, è al limite delle acque territoriali

Migranti autorizzato lo sbarco dalla Sea Watch di 7 bimbi con i genitori più un uomo malato Sea Watch verso l’Italia, Salvini: "I nostri porti restano chiusi"
Evangelisti Maggiorino | 18 Mag, 2019, 04:24

Si tratta di sette bambini con i relativi genitori presenti a bordo della nave (sette madri e tre padri) e di un uomo con gravi problemi di salute.

La Sea Watch 3 ha detto di aver recuperato i migranti a circa 60 chilometri dalle coste libiche e per il momento non è chiaro dove si trovi: in un tweet pubblicato giovedì sera ha fatto sapere di essere "a poche miglia dalle nostre coste". Il portavoce della Marina libica, Ayob Amr Ghasem, ha sostenuto che la Sea Watch non ha avvertito la Guardia costiera della Libia che stava compiendo il salvataggio dei 65 migranti e quindi ora è responsabile della loro sorte. La Sea Watch, però, non è una nave della Marina, ma di un'organizzazione non governativa, ed è per questo che Salvini chiude a ogni possibilità di dialogo: "Sono degli scafisti, i porti rimangono chiusi". Il fascicolo, che verrà aperto, per favoreggiamento dell'immigrazione clandestina, è attualmente a carico di ignoti. Il Viminale interviene così sul caso della nave della ong tedesca con 65 migranti a bordo che è ferma al limite delle acque territoriali italiane e che da ore chiede di poter attraccare nel porto di Lampedusa. A Lampedusa sono, peraltro, presenti i pm della procura di Agrigento che oggi interrogheranno il comandante e il capo missione della Mare Jonio, che è sotto sequestro dopo lo sbarco dei giorni scorsi. "I bambini sono traumatizzati dalla permanenza nelle prigioni libiche e rischiano ulteriori danni psicologici".E' Sea Watch a fare il punto via Twitter sulla situazione a bordo della Sea Watch 3.

Anche fonti del Movimento 5 Stelle fanno capire che le parole del vicepremier leghista non sono piaciute ai partner di governo: "L'attacco di Salvini al presidente Conte sul tema dei migranti è l'ennesimo maldestro tentativo di provare a spostare l'attenzione mediatica dalle continue notizie di rappresentanti della Lega coinvolti in casi di corruzione". Non c'è molto da aggiungere rispetto agli attacchi al presidente del Consiglio che ha tutto il sostegno mio e del governo. E poi di Maio, con parole ancora più dure. Sono cittadini, esempio di responsabilità e integrità morale, e invece c'è chi ai più alti livelli della 'politica' pensa di incriminarli. "Di uomini soli al comando ne abbiamo già avuti e in Italia non ne sentiamo certo la mancanza".

Altre Notizie