Domenica, 25 Agosto, 2019

L'Alabama vieta l'aborto: i medici rischiano 99 anni di carcere

Evangelisti Maggiorino | 15 Mag, 2019, 17:36

L'obiettivo dei repubblicani è arrivare alle leggi federali.

Roma, 15 mag - Vietato abortire, anche nel caso di stupro e incesto: è questo il disegno di legge appena approvato dal Senato dell'Alabama. La sola motivazione che permette l'interruzione di gravidanza è un rischio per la salute della madre.

Se la legge passerà, i medici che proveranno a praticare un'operazione del genere rischieranno di essere condannati a 10 anni di carcere; a 99 anni se ne porteranno una a termine. Il disegno, approvato dai repubblicani (non poteva essere altrimenti), è in attesa della firma della governatrice Kay Ivey, che appartiene allo stesso schieramento politico.

I gruppi pro-choice non hanno perso tempo e si sono mobilitati in una serie di proteste in tutta la nazione, annunciando che contesteranno la costituzionalità della normativa presso un tribunale. In questo caso la legge andrà davanti alla Corte Suprema.

"Questa legge - twitta - costringe le bambine a portare avanti la gravidanza causata dai loro stupratori, costringe donne con disabilità mentali violentate a portare a temine la gravidanza, costringe le donne a rimanere incinte contro il loro consenso".

Ira Ocasio-Cortez - "Una legge orripilante, spaventosa": così Alexandra Ocasio-Cortez, la deputata leader dell'ala liberal del partito democratico americano, attacca il provvedimento. "Naturalmente nessuna ulteriore pena è prevista per gli stupratori".

Altre Notizie