Domenica, 25 Agosto, 2019

Salone del Libro, folla di lettori per Monica Pais

Salone Internazionale del Libro di Torino Salone Internazionale del Libro di Torino
Deangelis Cassiopea | 14 Mag, 2019, 18:05

Nella sala, gremita di giornalisti, erano presenti Chiara Giannini, autrice del libro, l'editore Francesco Polacchi, il responsabile editoriale di Altaforte Andrea Antonini. Anna Di Donato, una delle autrici del libro, scritto a 4 mani con la collega Rosa Anna Buonomo presenterà oggi alle 16 il libro Energya nello stand della Fuis (Federazione Unitaria Scrittori Italiani), Padiglione 3 #salto19. "C'e' un limite che e' quello dell'apologia di fascismo e dell'odio etnico e razziale che si devono mettere fuori". L'intervista è condotta da Lisa La Pietra. Interviene anche il legale di Chiara Giannini, l'avvocato Elisabetta Aldrovandi: "Abbiamo già presentato diffida formale contro il Salone del libro per il danno da perdita di chance subìto in seguito all'esclusione della casa editrice dalla manifestazione, addirittura a 24 ore dall'apertura". I sardi hanno sempre avuto animali, siamo abituati alla loro vicinanza e alla loro presenza, sappiano perciò dosare una giusta distanza / vicinanza, cosa per nulla scontata. La Altoforte NO perché fascista, ma a diversi Brigatisti sono state spalancate le porte. "E per quanto riguarda CasaPound, non mi sembra sia un partito illegale". Tra questi Halina Birenbaum, superstite e testimone dell'Olocausto, che aveva annunciato la sua rinuncia e che invece ha aperto la manifestazione come da programma e ZeroCalcare, fumettista romano amatissimo dai più giovani, che sarà regolarmente tra gli ospiti. Bandire Altaforte, ha spiegato Appendino, "non e' una rivalsa nei confronti di Salvini, e' una scelta a protezione e tutela del Salone del Libro di Torino e del nostro Paese", mentre Chiamparino ha parlato di "scelta politica ed etica, che difenderemo in tutte le sedi". "Sì, è così se hanno risolto i problemi che c'erano con la vecchia Fondazione" dice Mauri e annuncia che nel 2020 al posto di Tempo di Libri "la fiera di Milano cercherà di organizzare qualche cosa d'altro, di completamente diverso". Infatti lo è per tutti coloro che si rifanno a quella ideologia. "Ho ritrovato un pubblico straordinario - ha detto l'autore - a riprova di un Salone davvero unico, e mi fa piacere che in linea di massima la gente non mi abbia chiesto commenti sulle polemiche in corso, ma del mio libro e dei libri in generale".

È stato smantellato al Salone del Libro lo stand di Altaforte, la casa editrice vicina a Casapound esclusa dalla kermesse.

Altre Notizie