Sabato, 19 Ottobre, 2019

A marzo torna a calare la produzione industriale

Produzione industriale in calo a marzo. Ma il trimestre resta positivo Istat marzo 2019: produzione industriale e vendite in calo
Esposti Saturniano | 13 Mag, 2019, 10:49

Tuttavia, la flessione a fine trimestre fa sì che la "crescita acquisita" nel 2° trimestre sia pari a -0,4% t/t. Inoltre, pensiamo che l'andamento congiunturale possa essere negativo in aprile-maggio, anche per via dei ponti festivi a cavallo dei due mesi.

In frenata anche la produzione manifatturiera, che evidenzia un calo dell'1% dopo il +0,8% del mese precedente.

Lo comunica l'Istat, spiegando che "tra i principali settori di attività solo per i beni strumentali si registra un incremento congiunturale a marzo, seppure lieve, mentre i rimanenti comparti registrano una dinamica negativa". Ma passiamo ai dati.

Nel dettaglio il tendenziale per i beni strumentali cresce a marzo dell'1,2% mentre una marcata diminuzione contraddistingue l'energia (-5,9%). Esaurito il quale si ritorna in rosso, con un output manifatturiero che cede lo 0,9%rispetto al mese precedente, quasi un punto e mezzo (-1,4%) nel confronto con marzo 2018. La produzione di autoveicoli diminuisce del 14,4% su base annua e anche il primo trimestre è in flessione tendenziale del 14%.

Tra i settori di attività economica, nel trimestre gli aumenti maggiori sono per le industrie tessili, abbigliamento, pelli e accessori (+3,3%), l'attività estrattiva (+2,9%) e la fabbricazione di apparecchiature elettriche (+2,4%). Anno su anno, a contribuire di più alla riduzione dell'indice sono la fabbricazione di coke e prodotti petroliferi raffinati (-9%), la farmaceutica (-6.7%) e la fornitura di energia elettrica, gas e vapore (-5,2%).

Supplemento a Guida Computer e t. - Reg. Trib. Milano n. 431 del 19/7/97 Dir.

Il magazine ha cadenza settimanale, esce online il mercoledì mattina alle 7.

Altre Notizie