Domenica, 07 Marzo, 2021

Dazi, Trump a Cina: agisca ora o l'accordo sarà più pesante

Guerra commerciale scattano i dazi. Cina annuncia ritorsioni Dazi, Trump a Cina: agisca ora o l'accordo sarà più pesante
Evangelisti Maggiorino | 13 Mag, 2019, 09:42

Il Presidente statunitense ordina di alzare le tariffe su praticamente tutti gli altri prodotti importati a meno di 24 ore dall'aumento dei dazi dal 10% al 25% su 200 miliardi prodotti cinesi.

Cina e Usa hanno concordato di "incontrarsi di nuovo in futuro a Pechino e di portare avanti le consultazioni" che "non sono fallite": "discussioni franche e costruttive", ha detto il vicepremier cinese Liu He, che dopo l'undicesimo round negoziale di Washington ha incontrato i media cinesi. "Non faremo concessioni su alcune questioni di principio". Accelerando i tempi anche rispetto alla tabella di marcia prospettata qualche ora prima dal segretario al Tesoro americano Steve Mnuchin che ha consegnato nelle mani del vicepremier cinese Liu He una sorta di ultimatum: Pechino - è il monito degli Stati Uniti - ha da tre a quattro settimane per raggiungere un accordo, altrimenti scatteranno dazi su altri 350 miliardi di dollari beni 'made in China', secondo quanto riportato dall'agenzia Bloomberg citando fonti vicine ai colloqui fra i due stati. Nella pendenza del negoziato e della telefonata tra Trump e il presidente Xi Jinping, anticipata dal tycoon in risposta alla "bellissima" lettera ricevuta, al momento sono possibili solo ipotesi. Dallo scorso anno, Usa e Cina hanno imposto dazi all'import reciproci per oltre 360 miliardi di dollari, frenando l'export di prodotti a stelle e strisce e con un impatto sulla produzione manifatturiera di entrambi i Paesi.

Altre Notizie