Lunedi, 21 Ottobre, 2019

Verso le Elezioni Europee: sacrosante istanze di civiltà

Europee, 21 capi di Stato fanno appello al voto: “Ue è la migliore idea che abbiamo avuto Ue insostenibile: “Se tutti seguissero il suo stile di vita le risorse finirebbero in un giorno”
Evangelisti Maggiorino | 11 Mag, 2019, 12:12

La richiesta ai leader europei è di dimostrare "la volontà politica di costruire un futuro sostenibile per l'Europa, mettendo gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile delle Nazioni Unite al centro dell'azione dell'Ue e stringendo un Patto europeo per la sostenibilità, da adottare dopo le prossime elezioni, che comprenda azioni concrete e coordinate sul clima e la natura proteggendo ciò che è vitale per tutti noi", dichiara Ester Asin, direttrice dell'Ufficio per le politiche europee del Wwf.

Le votazioni si svolgeranno in tutti i paesi membri dal 20 al 26 maggio e saranno decisive per la nomina del prossimo presidente delle Commissione Europea. Perché forze popolari, socialiste, democratiche, liberali e sovraniste si contendono la maggioranza nel parlamento europeo? Ventotto i titoli della playlist 'Get vocal, Europe' (uno per ogni Stato membro), per incoraggiare i cittadini comunitari a 'far ascoltare la propria voce' in vista dell'appuntamento elettorale di fine maggio. Al contempo, altri invocano maggiore integrazione all'interno dell'Unione o dell'Eurozona oppure un'Europa a più velocità. Ancora, ricordando che i diritti inalienabili e le libertà fondamentali di tutti gli europei sono stati conquistati a caro prezzo, è stato ribadito l'impegno a proteggere il nostro stile di vita, la democrazia e lo stato di diritto. L'Ue dovrà proteggere i cittadini e garantirne la sicurezza, rafforzando il proprio potere di persuasione e di coercizione e collaborando con i propri partner internazionali, con i quali difendere e sviluppare l'ordine internazionale basato su regole certe, per sfruttare al meglio le nuove opportunità commerciali e per affrontare congiuntamente sfide globali come la tutela dell'ambiente e la lotta ai cambiamenti climatici. L'Europa è in grado di sostenere il peso di un dibattito che includa un'ampia gamma di opinioni e di idee. Quali sono le questioni che stanno a cuore ai candidati?

Lo stesso tema dell'Europa ha bisogno di essere affrontato e declinato facendo in parte leva su un atteggiamento positivo (proprio del 48,7% degli intervistati) e una posizione di giudizio in sospeso (32,4%) che va aiutata a orientarsi in positivo.

In questa maniera - scrivono insieme a Mattarella i capi di Stato di Bulgaria, Repubblica Ceca, Germania, Estonia, Irlanda, Grecia, Francia, Croazia, Cipro, Lettonia, Lituania, Ungheria, Malta, Austria, Polonia, Portogallo, Romania, Slovenia, Slovacchia e Finlandia - l'Unione Europea "può affrontare le grandi sfide" che "in questi mesi, più che in passato" si "trova ad affrontare".

Altre Notizie