Giovedi, 19 Settembre, 2019

Intesa Sp: utile netto primo trimestre a 1,05 miliardi -2

ANSA									+CLICCA PER INGRANDIRE ANSA +CLICCA PER INGRANDIRE
Esposti Saturniano | 10 Mag, 2019, 16:43

E dimostra che l'annata sarà tutt'altro che facile per le banche italiane, strette tra la gelata macroeconomica e le turbolenze dei listini. Intesa Sanpaolo ha chiuso infatti il primo trimestre con un utile netto in calo del 16,1% a 1,05 miliardi di euro.

I proventi operativi, attesi a 4.328 miliardi, hanno segnato un -8,8% nel confronto annuo attestandosi a 4.389 milioni. Quanto alla solidità patrimoniale, l'indice Cet1 pro forma a regime è salito al 13,5% (13,1% in base ai criteri transitori per il 2019), tenendo conto degli 840 milioni di dividendi maturati nel primo trimestre, in linea con le promesse fatte.

"Siamo in linea per dare un ottimo dividendo anche quest'anno" - ha anticipato Messina - sottolineando che i primi tre mesi del 2019 sono stati "uno dei migliori primi trimestri dal 2008 per risultato netto grazie alle performance della gestione caratteristica, perfettamente in linea con l'obiettivo di un risultato netto 2019 in crescita rispetto al 2018". L'utile sconta la contabilizzazione di imposte sul reddito per 536 milioni, oneri di integrazione incentivazione all'esodo per 22 milioni, oneri derivanti dall'allocazione dei costi di acquisizione per 40 milioni, tributi e altri oneri riguardanti il sistema bancario per 146 milioni netti (contro i 126 milioni registrati nel primo trimestre 2018). Abbiamo raggiunto questo significativo obiettivo senza alcun costo per i nostri azionisti.

"La velocità di riduzione del nostro portafoglio di crediti deteriorati è ben superiore a quella prevista nel piano d'impresa e quindi c'è una forte possibilità di conseguire in anticipo gli obiettivi" - ha continuato il CEO di Intesa Sanpaolo -.

La Divisione Insurance nel primo trimestre 2019 registra proventi operativi netti per 264 milioni di euro, pari a circa il 6% dei proventi operativi netti consolidati del gruppo, in calo rispetto al 7% del primo trimestre 2018 ma in aumento del 19,4% rispetto a 221 milioni del quarto trimestre dello scorso anno.

Quanto agli aggregati patrimoniali, i finanziamenti verso la clientela sono pari a 396 miliardi (+0,5% da fine 2018). Circa 10,5 miliardi in Italia, di cui circa 9 miliardi erogati a famiglie e piccole e medie imprese.

I crediti deteriorati scendono così a marzo 2019, rispetto a dicembre 2018, del 2,6% al lordo delle rettifiche di valore e dell' 1,8% al netto.

Le esposizioni deteriorate pesano per l'8,5% sul totale dei crediti al lordo delle rettifiche, in discesa dall'8,8% di fine anno.

Il livello di copertura degli Npl è pari al 54,1%, con una copertura specifica della componente costituita dalle sofferenze al 66,2%.

Altre Notizie