Lunedi, 19 Aprile, 2021

Alessia Marcuzzi risponde a Simona Ventura: "Dovremmo essere solidali"

Alessia Marcuzzi risponde a Simona Ventura: Alessia Marcuzzi risponde a Simona Ventura: "Dovremmo essere solidali"
Deangelis Cassiopea | 07 Mag, 2019, 00:56

Le dichiarazioni di Super Simo sull'Isola dei Famosi della Marcuzzi.

A distanza di un mese dalla conclusione della quattordicesima edizione de L'Isola dei Famosi, che ha visto trionfare il judoka Marco Maddaloni, il reality di Canale 5 condotto da Alessia Marcuzzi continua a far discutere. La bella conduttrice biondina è stata letteralmente sommersa di critiche per il Caso Fogli che ha canalizzato l'attenzione del pubblico e indignato tutti.

La conduttrice ha poi presentato il suo libro prossimamente in uscita, intitolato In viaggio con Alessia.

Non era ancora ufficiale ma adesso lo è, la Blasi ha dichiarato che dopo aver affrontato 3 edizioni sente la voglia di dedicarsi a nuove esperienze e di lasciare spazio a qualcun altro. "Credo però che sia giusto quando si è delle persone fortunate come me, entrare nelle case della gente e regalare un po' di sorrisi, perché essere leggeri non vuol dire essere superficiali, vuol dire per me essere 'accoglienti' e capaci di alleggerire il cuore", ha poi aggiunto. Non ho visto niente, preferisco non guardare lo scempio che è stato fatto, è un dolore troppo grande. Ma troppi voli pindarici!

Alessia Marcuzzi ha già spiegato il motivo per cui non indossa la fede nuziale.

"Ovviamente non è sempre questo il mio stato d'animo: essere una persona conosciuta e avere tanti privilegi non vuol dire 'non avere sentimenti'".

"Ho notato (in TV) che non porti la fede, ma so che ami follemente Paolo. Quindi ogni tanto la metto, ogni tanto no. Però ti svelo una cosa: la porto sempre con me in borsa o in valigia".

Nessuna crisi insomma, anzi sembra tutto il contrario. In modo sottile la Marcuzzi ha lanciato la sua stoccata finale: "Non si parla male dei colleghi, è una cosa poco elegante - spiega - Non capisco questa necessità di parlare male dei colleghi e delle colleghe, dovremmo essere solidali tra noi".

Altre Notizie