Giovedi, 22 Agosto, 2019

Salvini: "Proroga rottamazione cartelle in dl crescita"

Pace fiscale: in scadenza termine rottamazione e Pace fiscale, Matteo Salvini: “Chiederò ai 5S una proroga, con un emendamento al dl Crescita”
Esposti Saturniano | 05 Mag, 2019, 08:10

Sia la rottamazione delle cartelle (siamo arrivati alla terza edizione) che il saldo e stralcio avevano la medesima data di scadenza per la presentazione delle istanze. La scadenza, ha spiegato, "si sovrappone a una molteplicità di altre scadenze che rischiamo di ingolfare il lavoro quindi confermiamo l'assoluta esigenza di una proroga".

Una signora sulla sessantina, Antonella, deve capire la sua situazione debitoria e protocollare la domanda per la pace fiscale visto il suo ISEE particolarmente modesto.

Il vicepremier Matteo Salvini ha già annunciato che arriverà una riapertura dei termini. Chi sperava in una proroga immediata è rimasto deluso, ma dal Carroccio si lavora a una nuova finestra per presentare le domande. La riapertura però andrebbe ad estendere la possibilità di sanare in misura agevolata anche i debiti diventati cartelle dal 1° gennaio al 31 dicembre del 2018, debiti che nella pace fiscale coniata dal governo in manovra finanziaria e nel decreto fiscale, non erano ammessi alla sanatoria.

Centinaia in fila nel giorno della scadenza per la rottamazione ter e la pace fiscale, provvedimenti inseriti nella Legge di Bilancio del governo per consentire ai cittadini in difficoltà, alle imprese e ai professionisti con debiti sul groppone di sistemare le vecchie pendenze e ripartire con serenità.

Dopo un weekend di lunghe attese, tensioni e anche alcuni malori, la giornata di oggi si prospetta complicata. Secondo le stime, in Veneto sarebbero state presentate all'incirca 60 mila domande, di cui circa 50 mila per la rottamazione ter e 10 mila per il "saldo e stralcio". Un'eventuale proroga del termine - chiesta a più riprese dagli ordini professionali e dalle associazioni rappresentative dei tributaristi - potrebbe essere introdotta attraverso un emendamento al decreto "crescita", destinato ad essere pubblicato a breve in Gazzetta Ufficiale.

Altre Notizie