Venerdì, 23 Agosto, 2019

Cdm, Governo sblocca nomine. Per Bankitalia Panetta DG e nuovo direttorio

Via libera del cdm al nuovo direttorio Bankitalia: Panetta dg, vice sono Franco, Perrazzelli e Signorini Bankitalia, ok del Cdm alle nomine. Riserve della Lega, presto la riforma
Esposti Saturniano | 04 Mag, 2019, 08:58

Per l'Istituto di via Nazionale, Fabio Panetta nominato nuovo direttore generale, Luigi Signorini confermato nel direttorio, dove entrano l'ex ragioniere dello Stato Daniele Franco e Alessandra Perrazzelli, ex country manager di Barclays Italia e vicepresidente esecutivo e presidente del comitato di remunerazione e nomine di A2A SpA.

Nel Consiglio dei ministri delle "varie ed eventuali", ieri a tarda notte (una riunione iniziata dopo le 21.30) è stato affrontato il nodo delle nomine nel nuovo Direttorio di Bankitalia dopo mesi di stallo e anche di braccio di ferro nel governo. Sbloccata anche la nomina di Federico Signorini a vicedirettore generale per un secondo mandato che era rimasta congelata da febbraio. Non sembrano sollevare obiezioni la nomina di Panetta e Franco, ma non è escluso un via libera a metà, che lasci in sospeso i nomi di Signorini e Perrazzelli, il primo 'bocciato' dai Pentastellati a inizio anno, la seconda criticata nelle file della Lega per il passato da banchiere. In particolare, Di Maio aveva sottolineato come Palazzo Koch sia "una istituzione che deve lavorare a pieno regime" e che "l'obiettivo e' garantire rinnovamento e allo stesso tempo efficienza dell'ente".

Il consiglio dei ministri ha poi nominato Gerarda Pantalone come nuovo prefetto di Roma. Il premier Giuseppe Conte, a quanto si apprende, convocherà un tavolo per sciogliere i nodi del dossier prima che questo sia portato sul tavolo dei ministri.

Il presidente del Consiglio aveva affermato, parlando a Tunisi con i giornalisti che chiedevano della vicenda, di aver "annunciato con trasparenza i principi del mio percorso, vi chiedo di pazientare il termine". Nel corso della riunione, e' il ministro per gli Affari Regionali Erika Stefani a prendere la parola: l'esponente leghista, seguendo una strategia gia' messa a punto nel pomeriggio, mette sul tavolo una relazione sulle Autonomie. Fonti del M5s, a Cdm finito, hanno giudicato il dossier "compitino precario e incompleto". A giorni sarà presentata dai leghisti una proposta di riforma di Bankitalia. "L'indicazione con riserva ha un valore politico ma non è vincolante" osserva nella cronaca il Corriere, quindi Perrazzelli "entrerà a far parte del direttorio dopo la firma del decreto da parte del capo dello Stat o che arriverà su proposta del presidente del Consiglio". "Non e' stata presa alcuna decisione sul prossimo Cdm, Salvini lo ha proposto e nessuno gli ha risposto", ribattono fonti di governo M5S ribadendo le priorita' di Di Maio: salario minimo e taglio degli stipendi dei parlamentari.

Altre Notizie