Martedì, 15 Ottobre, 2019

Oltre un milione di adesioni per saldo e stralcio della pace fiscale

Pace fiscale, scadenza il 30 aprile: boom di richieste, quota un milione vicina Rottamazione-ter e saldo e stralcio: ultimi giorni per saldare il debito con il Fisco
Esposti Saturniano | 01 Mag, 2019, 19:44

Entrambi i provvedimenti, sia la rottamazione-ter che il saldo e stralcio, sono degli strumenti con l'obiettivo di ridurre il debito, dovuto da un contribuente, che un agente di riscossione ha il compito di incassare, facilitando così il pagamento di almeno una parte della cartella esattoriale.

Secondo i dati aggiornati al 18 aprile sono quasi 865mila le domande già presentate, ma si attende un gran numero di richieste anche negli ultimi giorni utili. Di queste, 725 mila sono state quelle relative alla Rottamazione-ter mentre le restanti 140 mila sono state quelle presentate per usufruire del saldo e stralcio. Immediatamente dopo si colloca la Lombardia, regione che ha visto presentare 127 mila domande in totale tra le 108 mila richieste alla Rottamazione-ter e le 19 mila richieste di adesioni al saldo e stralcio, cifra, questa, che la fa salire sul podio delle regioni con il maggior numero di domande presentate in quest'ambito.

In vista della scadenza, l'Agenzia delle entrate-Riscossione ha stabilito una serie di iniziative per garantire assistenza adeguata ai contribuenti. Del resto, è stato proprio Miani a ricordare che la proroga trova giustificazione anche "nell'annunciata estensione della "rottamazione" alle entrate regionali e degli enti locali" contenuta nel decreto crescita approvato dal Consiglio dei ministri del 23 aprile aprile scorso e ancora in attesa di publicazione in "Gazzetta Ufficiale". Sabato 27 aprile, dalle ore 8.15 alle 13.15, saranno aperti in via straordinaria gli sportelli dell'Agenzia di Riscossione presenti nei capoluoghi di provincia e in alcuni altri comuni (si può consultare l'elenco sul sito www.agenziaentrateriscossione.gov.it), con esclusione delle operazioni di cassa.

Attenzione, però. Non tutte le cartelle possono essere inserite nella domanda di adesione alla definizione agevolata. In alternativa, è possibile compilare gli appositi modelli (DA-2018 per la "rottamazione-ter" e SA-ST per il "saldo e stralcio"), disponibili in tutti gli sportelli e sul sito web dell'Agenzia, e inviarli tramite posta elettronica certificata (Pec) agli indirizzi indicati sui moduli oppure presentarli direttamente agli sportelli di Agenzia delle entrate-Riscossione.

Già mercoledì 24 aprile agenzia delle Entrate-Riscossione aveva ricordato con una nota che "per presentare la domanda non è comunque necessario andare allo sportello, ma si possono utilizzare anche i canali online presenti sul sito internet di Agenzia delle entrate-Riscossione, con la possibilità di verificare, in modo semplice e veloce, le cartelle che si possono "rottamare" e di inviare le istanze di adesione in qualsiasi momento, inclusi i giorni festivi". Il servizio può essere utilizzato sia in area pubblica, senza la necessità di pin e password ma allegando il proprio documento di identità, sia nell'area riservata del sito utilizzando Spid o le credenziali personali fornite da Agenzia delle entrate o dall'Inps. Chi aderisce alla "rottamazione-ter" ha la possibilità di pagare le somme dovute in forma agevolata, cioè senza corrispondere le sanzioni e gli interessi di mora. Per quanto riguarda Rottamazione ter, è possibile aderire alla Definizione agevolata 2018 scegliendo tre diverse modalità: online, tramite PEC e allo sportello. E potrà versare il dovuto in unica soluzione o in 18 rate diluite in cinque anni. "Il prospetto informativo fornisce sia il dettaglio delle cartelle che rientrano nella "rottamazione-ter", con l'indicazione dell'importo dovuto già "scontato" delle sanzioni e degli interessi di mora, sia l'indicazione dei carichi che possono anche essere oggetto di "saldo e stralcio".

Altre Notizie