Sabato, 24 Agosto, 2019

Commercio, Usa e Ue riprendono il dialogo sui tagli tariffari

Bilancio UE post 2020 Novità Bilancio UE post 2020- PE approva accordi su programmi di finanziamento
Evangelisti Maggiorino | 18 Aprile, 2019, 15:55

La Commissione europea ha così pubblicato una lista di beni prodotti negli Stati Uniti che potrebbero essere oggetto di tariffe: si tratta di possibili "contromisure nel contesto della disputa" davanti al Wto sul caso delle sovvenzioni pubbliche a Boeing, dopo che la scorsa settimana l'amministrazione Usa ha annunciato di voler introdurre tariffe su 11 mld di dollari di importazioni dall'Ue come reazione al sostegno europeo ad Airbus, principale rivale di Boeing.

Il mandato approvato il 15 aprile dal Consiglio include negoziati sia per eliminare i dazi su tutti i beni industriali (in particolare auto, macchinari, abbigliamento, calzature, vetro e ceramiche, prodotti farmaceutici e chimici, ma anche acciaio e alluminio) che per eliminare le barriere non tariffarie sulla conformità dei prodotti ma senza abbassare gli standard di sicurezza.

Secondo le stime dell'esecutivo comunitario, un accordo di libero scambio limitato ai prodotti industriali aumenterebbe le esportazioni Ue verso gli Usa dell'8% e quelle Usa verso l'Ue del 9% entro il 2033, con un beneficio rispettivamente di 27 miliardi e 26 miliardi di euro.

Il mandato adottato dai governi chiarisce anche che i termini per i negoziati con gli Stati Uniti sul cosiddetto Ttip (Transatlantic Trade and Investment Partnership), che erano stati lanciati nel 2013, devono considerarsi obsoleti.

"L'Ue sta realizzando quello che il presidente Trump e io avevamo concordato il 25 luglio 2018". Se e quando sarà raggiunto un accordo tra Commissione UE e Stati Uniti, sia gli stati membri che l'Europarlamento dovranno dare il loro via libera perché questo possa entrare effettivamente in vigore.

La commissaria Ue al Commercio, Cecilia Malmstrom, ha sottolineato che "questa è una decisione positiva che contribuirà ad alleviare le tensioni commerciali".

Tuttavia, ha insistito sul fatto che l'agricoltura non sia inclusa, mettendo il blocco dei 28 paesi in disaccordo con Washington, che vuole che i prodotti agricoli facciano parte dei colloqui.

Bruxelles si prepara allo scontro con Donald Trump, che più volte nell'ultima anno ha minacciato l'Ue sui dazi.

Altre Notizie