Martedì, 15 Ottobre, 2019

Perù: l'ex presidente si spara durante l'arresto

Alan García insieme a Sebastián Piñera Alan García insieme a Sebastián Piñera
Evangelisti Maggiorino | 18 Aprile, 2019, 00:55

Così l'ex presidente peruviano Alan Garcia è morto poche ore dopo in ospedale a Lima. L'ex presidente era stato ricoverato in condizioni critiche in un ospedale di Lima, e non è sopravvissuto. In particolare erano nel mirino dei magistrati presunti contributi della Odebrecht alla sua campagna elettorale per le presidenziali del 2006. Garcia, presidente per due mandati (1985-1990 e 2006-2011) ha tentato il suicidio quando gli investigatori si sono presentati a casa sua con un mandato di detenzione provvisoria di dieci giorni, emesso dal giudice nell'ambito della maxi inchiesta sul caso Odebrecht.

Garcia è stato trasferito d'urgenza nel vicino ospedale "Casimiro Ulloa" e meno di mezz'ora dopo il ricovero, è entrato in sala operatoria dove i chirurghi hanno cercato disperatamente di salvargli la vita. Fa parte del partito di centro-sinistra Alleanza Popolare Rivoluzionaria Americana.

"Sono addolorato per la scomparsa dell'ex presidente Alan Garcia". In una breve conferenza stampa il ministro della Sanità peruviano, Zulema Tomas, e il direttore del centro clinico, Casimiro Ulloa, hanno precisato che prima dell'intervento chirurgico il capo dello Stato ha sofferto tre arresti cardio-respiratori da cui si è però ripreso. Kuczynski, agli arresti preliminari dallo scorso mercoledì con l'accusa di riciclaggio di denaro, è stato trasferito nell'unità di terapia intensiva della clinica Angloamericana, a San Isidro, a causa di una crisi di ipertensione.

Altre Notizie