Lunedi, 21 Ottobre, 2019

Madagascar, 1.200 morti per il morbillo

ANSA									+CLICCA PER INGRANDIRE ANSA +CLICCA PER INGRANDIRE
Machelli Zaccheo | 17 Aprile, 2019, 20:37

I casi di Morbillo sono triplicati nel mondo nel primo trimestre 2019 rispetto all'anno precedente. A differenza delle epidemie che si stanno verificando in altre parti del mondo, Stati Uniti in primis dove sta emergendo un preoccupante scetticismo nei confronti delle vaccinazioni - ricorda il 'Telegraph on line' - l'epidemia del Madagascar deriva in parte dalla mancanza di risorse e "continua purtroppo ad espandersi", sebbene a un ritmo più lento di un mese fa, ha affermato Dossou Vincent Sodjinou, epidemiologo dell'Oms in Madagascar.

In pochi mesi, il morbillo ha causato la morte di oltre mille persone in Madagascar. Numeri questi che rendono questo focolaio il più grande e pericoloso in tutta la storia del paese. Ma molti genitori sono spesso inconsapevoli del fatto che i vaccini nel Paese sono gratuiti. In altre parole, nei quartieri maggiormente intaccati dal morbillo, le persone non vaccinate dovranno obbligatoriamente ricevere il vaccino trivalente Mpr (contro morbillo, parotite e rosolia).

Stando al resoconto il morbillo è una delle patalogie conosciute più altamente virali ed infettive, portando con sè anche conseguenze potenzialmente gravi. La seconda dose, invece, è scesa al 67%. Fra le situazioni peggiori segnalate c'è quella in Madgascar, dove si è appena conclusa una campagna di vaccinazione per 9 milioni di bambini, e nelle Filippine.

Altre Notizie