Venerdì, 19 Aprile, 2019

Inter, verso la staffetta Icardi-Martinez, Spalletti: "Lautaro può giocare dal primo minuto"

Frosinone Inter, Luciano Spalletti in conferenza stampa IN DIRETTA Spalletti: "Lautaro è pronto, lui e Icardi simili. Futuro? La Champions e poi tutto di conseguenza"
Cacciopini Corbiniano | 13 Aprile, 2019, 18:58

In una giornata che, visto lo scontro diretto tra Milan e Lazio, potrebbe rivelarsi decisiva per i nerazzurri, una vittoria sarebbe fondamentale per la corsa Champions. Eccole qui di seguito.

Domani può essere un'opportunità per Dalbert? Non importa se ci si ritrova a superare un dosso oppure una montagna: bisogna essere una squadra di personalità e carattere, per non avere rimorsi a fine partita.

TURNOVER - "Può darsi, abbiamo a disposizione tutti tranne Brozovic".

"Quando sono molti diventa difficile stare attenti a tutto".

"Quando si è top player si trova la soluzione a tutte le situazioni". Mauro attacca di più la porta, è più feroce, ha meno qualità di Lautaro nel venire a prendere il pallone. "Quindi la squadra non ha fatto nessuno sforzo nell'adattarsi né all'uno né all'altro, è una cosa che viene facile".

"Temo Baroni, ha fatto vedere di essere un ottimo allenatore e un ottimo psicologo per come ha gestito tutto e per la posizione in classifica". Ha vinto le ultime due, dimostra che la squadra è in salute sennò non vinci con la Fiorentina. Sono nelle condizioni di fare il risultato contro di noi. "Ecco, tutto questo è la somma delle difficoltà che incontreremo". "Cambia poco, prima o dopo". "Sarà sempre un'assenza importante". "Riguarda un po' tutti".

Cresce bene e si sta imponendo a Frosinone il giovane Andrea Pinamonti, attaccante dell'Inter che in prestito in Ciociaria si sta facendo le ossa tra gol (ben 5), e assist (più di due): il classe '99 ha un grande obiettivo e lo racconta al canale Youtube ufficiale della Lega 'Serie A'. Ci siamo incontrati come pensiero, dobbiamo fare tutto per il baule, il forziere, ovvero andare in Champions League. È il nostro tesoro, siamo in sintonia su questo.

Ci siamo incontrati e abbiamo deciso che non dobbiamo avere rimorsi per questo finale di campionato, è tutta una conseguenza di questi risultati. "La qualificazione darebbe più risposte". A me sembrano abbastanza simili. Vi dico semplicemente cosa ha fatto per me: "mi ha preso sotto la sua custodia, mi ha dato tanti consigli e mi ha aiutato". Da parte mia non ho niente da dire.

"Se il concetto è quello di far giocare quelli che non si vedono da un po' ne ho tanti da far giocare".

In particolare su Dalbert: "Si è allenato bene, è un calciatore forte e io tento di tenere in considerazione un po' tutto". Noi dobbiamo guardare a noi stessi, senza fare calcoli. Dobbiamo essere l'Inter degli ultimi periodi che ha fatto vedere di essere in condizioni di vincere contro chiunque. "Ogni scelta però verrà fatta guardando alla prestazione che mi aspetto di vedere". E' chiaro che le loro caratteristiche sono diverse.

Altre Notizie