Venerdì, 22 Novembre, 2019

Papa Francesco: "Ognuno di noi affronta dubbi, anche io"

L’annuncio del vescovo Massara questa mattina L’annuncio del vescovo Massara questa mattina
Evangelisti Maggiorino | 10 Aprile, 2019, 22:12

Se ci sono le guerre nel mondo - ha detto ancora il Papa parlando con gli studenti - è perché qualcuno vende "le armi per ammazzare i bambini, per ammazzare la gente".

Anche il Papa si confessa. Davvero grande deve essere stata la gioia di quest'incontro per tutti i fedeli di questa comunità, i quali per ben tre anni sono stati "obbligati" a spezzare il pane dell'Eucarestia in una attigua tendo struttura a causa degli ingenti danni strutturali subiti dall'edificio della Parrocchia. "Ha mai dato da mangiare ai poveri?", ha chiesto al Papa Eleonora, una bambina.

Agli sposi il Papa ha ricordato che "la preparazione al matrimonio non è fare 4 conferenze, tutte teoriche, no. E poi non va. La preparazione è un cammino, è un "catecumenato". Al Papa è stato offerto un piccolo contributo, le offerte raccolte durante le quattro domeniche di Quaresima, destinato al progetto della Caritas: "Come in cielo così in strada", iniziativa a sostegno delle persone senza dimora.

Poi la domanda di Carlotta, una degli animatori degli adolescenti: "In questi mesi abbiamo riflettuto con i ragazzi sul rapporto con Dio e lungo il percorso sono sorti dei dubbi, come possiamo affidarci senza riserve a Lui?". Non avere paura di avere dubbi, ma condividere e discutere per crescere.

Francesco spiega che Gesù è l'unico senza colpa, "l'unico che potrebbe scagliare la pietra contro di lei, manon lo fa, perché Dio non vuole la morta del peccatore, ma che si converta e viva".

E i suoi dubbi? Nella canonica, si ferma con quanti hanno contribuito alla realizzazione del presepe vivente, che negli ultimi due anni è stato allestito dai fedeli di San Giulio a Porta Asinaria, proprio con lo scopo di raccogliere fondi per i lavori della loro chiesa. "Come sono uscito? Non sono uscito da solo, serve la compagnia di qualcuno che ti aiuti ad andare avanti". Tante volte ci sentiamo così, fatti a pezzi dentro.

L'unico momento in cui è lecito guardare una persona dall'alto al basso è per aiutare a sollevarsi, altrimenti non si può guardare con superiorità. E ha concluso con una piccola catechesi sul segno della croce. Il Pontefice si è recato in visita nella parrocchia romana di San Giulio a Monteverde dove ha incontrato un gruppo di fedeli ed ha risposto ad alcune domande.

Altre Notizie