Lunedi, 20 Mag, 2019

Il senso di Greta Thunberg per il clima

Sindrome di Asperger malattia Greta Thunberg Gli studenti scioperano per il clima
Deangelis Cassiopea | 16 Marzo, 2019, 21:26

"Coloro che in passato hanno fatto scelte drammatiche per il clima scenderanno in piazza".

Tantissimi gli studenti che nelle maggiori piazza italiane hanno preso parte alla mobilitazione di massa per dire no alle politiche responsabili del cambiamento climatico. "Tutti i mezzi di informazione e noi giornalisti dovremmo considerare il cambiamento climatico come la notizia più importante al mondo". È nota per le sue manifestazioni tenute davanti al Parlamento a Stoccolma, capitale della Svezia, con lo slogan "Skolstrejk för klimatet" ("Sciopero della scuola per il clima"). Parliamoci chiaro: chi di voi è pronto a rinunciare alla "maghina", a tenere il riscaldamento a 25 gradi in inverno e il climatizzatore a 18 gradi ad agosto, chi è pronto a fare a meno delle indispensabili confezioni di plastica e plastica e plastica che avvolgono qualunque tipo di merce noi si compri, chi, ancora, è pronto a spegnere selettivamente le proprie utenze elettriche domestiche, senza tenere accese contemporaneamente lavapanni, lavapiatti, sette televisori LCD, un paio di PC e una console per videogiochi.

Oltre 1000 studenti hanno visitato Broken Nature XXII Triennale di Milano aperta gratuitamente in occasione del Global Strike for the Future. Durante il suo intervento all'Università Politecnica delle Marche il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha parlato anche dello sciopero globale per il clima che oggi ha portato nelle piazze tante persone, in particolare i giovani, per sollecitare misure di contrasto ai cambiamenti climatici e per la salvaguardia ambientale. Parlate solo di andare avanti con le stesse idee sbagliate che ci hanno messo in questo casino.

"Siamo di fronte alla più grande crisi esistenziale che l'umanità abbia mai conosciuto e purtroppo continuiamo a negarla". Oggi è la giornata che davvero può fare la differenza e che ha come scopo quello di far sentire davvero la voce di tutti.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Diversamente dall'autismo, non si verificano significativi ritardi nello sviluppo del linguaggio o nello sviluppo cognitivo. Perché coi tempi che corrono per indignarsi sopra un argomento, in questo caso il meteo, bastano pochi elementi: delle treccine magari, la convinzione che una faccia pulita possa evangelizzare il Mondo, una spruzzata di bontà con tanto di candidatura al Premio Nobel per la Pace e poi i social, la rete, tra tutti il luogo più moralista che esista. Questa la motivazione fornita dal portavoce dei tre deputati norvegesi, l'onorevole Andrè Ovstegard: "Abbiamo indicato Greta, perché la minaccia del clima è probabilmente una delle cause principali di guerre e conflitti mondiali. A me non interessa molto, per salvare questo pianeta sono disposta a perdere anni di scuola e a continuare ininterrottamente la mia battaglia".

Altre Notizie