Lunedi, 20 Mag, 2019

Rita Pavone contro Greta Thunberg: "Sembra il personaggio di un horror"

Rita Pavone Rita Pavone su Twitter: "Greta sembra un personaggio da film horror"
Deangelis Cassiopea | 15 Marzo, 2019, 19:22

Ma oggi Pavone non ci sta a finire nella gogna mediatica: "Sono una persona perbene, non sono una carogna" (LE MANIFESTAZIONI FRIDAYS FOR FUTURE DEL 15 MARZO).

Non è del tutto chiaro chi siano i buonisti, in Italia: è un'etichetta che nessuno vuole perché rende spregevole il solo fatto di essere buoni, altruisti e lungimiranti.

"Quella "bimba" con le treccine che lotta per il cambio climatico, non so perché ma mi mette a disagio - ha scritto la Pavone su Twitter - sembra un personaggio da film horror".

Il punto centrale, infatti, è la scelta - della Pavone come di tutti gli altri cattivisti all'italiana - di attaccare attraverso una questione irrilevante (l'estetica, ad esempio ) tutti quelli che hanno il coraggio di immaginare un mondo migliore. Perché sono incappata in un gravissimo errore di cui chiedo venia.

Rita ha colto l'occasione anche per rispondere a chi di recente ha insinuato che si sarebbe sottoposta a un intervento di chirurgia plastica: "Non mi parlino di canottoni". Con gli anni questo labbro, che era tanto carino quando ero ragazzina, si è rilasciato.

Se il buonista è quello che vede il bello dove regna il brutto, cattivista è invece chi scava per trovare il marcio anche in mezzo alle cose migliori. "Devono intervenire gli adulti e lo devono fare subito perchè non c'è più tempo", ha detto la 16enne attivista svedese in un'intervista con Repubblica.

Tanto che tre parlamentari norvegesi in segno di riconoscimento per il suo impegno contro la crisi climatica e il riscaldamento globale l'hanno proposta per il premio Nobel.

"Direi loro di studiare il problema o, almeno, di ascoltare gli scienziati. Ma questo obiettivo al momento è così lontano che nemmeno riesco a immaginarlo". La sua protesta è stata ascoltata e lei è stata invitata a parlare al vertice sul clima delle Nazioni Unite in Polonia e al forum di Davos, diventando così un esempio per i giovani di molti Paesi.

Altre Notizie