Lunedi, 25 Marzo, 2019

FCA, accordo tra l’azienda e i sindacati: contratto rinnovato fino al 2022

Cnh Industrial accordo su rinnovo contratto aumento 2% all’anno Fca e Cnh, firmato rinnovo del contratto. A regime aumenti medi di 145 euro
Esposti Saturniano | 14 Marzo, 2019, 10:41

"Oltre alla revisione della parte normativa, siamo riusciti ad ottenere dall'azienda la revisione dei minimi tabellari che si traducono in un aumento del 2% per aprile 2019, marzo 2020, febbraio 2021 e gennaio 2022", oltre ad ulteriori accordi specifici. "In più, l'aumento della quota a carico delle aziende per adeguare la sanità integrativa (Fasif) e la previdenza integrativa (Cometa) permette ai lavoratori una migliore copertura del welfare per i lavoratori e le loro famiglie" prosegue. Le tabelle degli obiettivi sono ricalibrate anche sulla base dei risultati dell'ultimo quadriennio e le relative somme sono incrementate di 330 euro annui medi. Il primo concerne lo sviluppo del Welfare aziendale grazie al potenziamento "del programma di flexible benefits (benefici flessibili ndr), della previdenza complementare e dell'assistenza sanitaria integrativa". "Il gruppo di lavoro avrà il compito di individuare per il futuro l'introduzione di sistemi di valutazione e premianti della professionalità". I metalmeccanici della Cgil non hanno partecipato alla trattativa, e attaccano: "Si tratta di un accordo per l'azienda e i sindacati, mentre i lavoratori sono senza piena occupazione e lontani dai salari tedeschi". Si sono migliorate le indennità sulla turnistica relativa ai turni superiore ai 18 turni, estendendola a tutti (salvo i discontinui) e portando il contributo a 25€ per sabato su domenica. Era fondamentale chiudere con un buon accordo anche perché il 2019 rappresenterà ancora un momento di transizione particolarmente difficile. Inoltre abbiamo rafforzato il premio annuale di efficienza di stabilimento, sia pure a fronte del fatto che non è stato rinnovato il premio quadriennale di redditività di gruppo.

Le direzioni aziendali di Fca, Cnh Industrial e Ferrari hanno siglato poco fa all'Unione Industriale di Torino con Fim, Uilm, Fismic, Uglm e Aqcfr il rinnovo per il quadriennio 2019-2022 del contratto collettivo specifico di livello (Ccsl) che interessa oltre 87mila dipendenti italiani del Gruppo. "Riconosciamo aumenti salariali rilevanti in una fase di difficoltà dell'economia in generale e nel settore dell'auto in particolare".

Altre Notizie