Lunedi, 25 Marzo, 2019

Air Italy accetta oneri servizio pubblico per volare su Olbia

L'Enac: 'Tre velivoli Boeing 737 Max 8 nella flotta italiana Air Italy, ma seguono prescrizioni Faa' A Malpensa tre B737 Max 8, l'aereo precipitato in Etiopia. Ma Air Italy rassicura
Esposti Saturniano | 13 Marzo, 2019, 19:06

Etiopia e Cina, invece, hanno scelto di fermare i Boeing 737 Max 8.

Finisce nel mirino il Boeing 737 Max 8 dopo la tragedia del volo Lion Air dello scorso ottobre e lo schianto di domenica di Ethiopian Airlines che è costato la vita a 157 persone, tra cui otto italiani. La decisione con la quale l'aviolinea ha accettato di restare a coprire per un anno le rotte tra Linate, Fiumicino e Olbia, in continuità territoriale senza percepire contributi, è stata resa nota ieri. LAnp ha "richiesto all'Ente Nazionale dell'Aviazione Civile (Enac) di intervenire su tutte le compagnie italiane che hanno in uso questa tipologia di aeromobile, mettendo a terra le macchine e facendo i controlli necessari".

Per Air Italy la sicurezza dei propri passeggeri e degli equipaggi è la principale priorità e come affermato in precedenza, tutti gli aeromobili presenti nella flotta sono pienamente conformi con le istruzioni delle autorità di regolamentazione e con le procedure operative della casa costruttrice.

"La compagnia - prosegue la nota - è in costante contatto con le autorità e ne seguirà le direttive con l'obiettivo di garantire un servizio improntato alla massima sicurezza del volo".

Per quanto riguarda le operazioni in corso, "Air Italy provvederà a riproteggere tutti i passeggeri". Il Codacons ha invece presentato una diffida all'Enac chiedendo di "bloccare in modo categorico tutti i decolli dei Boeing 737 Max dagli scali italiani e di avviare verifiche urgenti circa la formazione dei piloti, con particolare riferimento alla compagnia Air Italy". Per informazioni si pregano i passeggeri di ricorda il sito Web e i canali dei social media.

Altre Notizie