Mercoledì, 21 Agosto, 2019

Vaccini, i presidi: da lunedì niente asilo per i bambini senza certificato

Giulia Grillo sui vaccini Da domani asilo vietato per i bimbi non vaccinati
Machelli Zaccheo | 11 Marzo, 2019, 16:27

Oggi scade il limite di proroga dell'autocertificazione per i vaccini, da domani quindi scatteranno le misure che impediscono la frequentazione delle scuole materne ai bambini privi di certificato di avvenuta vaccinazione. Dal 10 marzo, i genitori che non hanno presentato alle scuole la certificazione originale sulle vaccinazioni dei figli vanno incontro alle sanzioni previste dalla legge Lorenzin, che arrivano fino all'esclusione da scuola per i nidi e quelle dell'infanzia.

L'obiettivo del provvedimento è quello di contrastare il calo delle vaccinazioni, che ha determinato una copertura vaccinale media in Italia inferiore al 95%, percentuale che rappresenta la soglia raccomandata dall'Organizzazione mondiale della sanità per assicurare la cosiddetta "immunità di gregge".

Come definito dall'Associazione, negli asili non sarà possibile entrare mentre - come da legge - per le altre scuole è prevista una sanzione ma la possibilità di entrata. Anche alla scuola primaria ci sono bimbi non vaccinati: "Abbiamo due casi - spiega il preside - e per loro abbiamo fatto la segnalazione all'anagrafe, in quel caso parliamo di scuola dell'obbligo e non posso impedirgli la frequenza". Secondo l'associazione dei presidi il problema "è soprattutto nella scuola primaria, dove i non vaccinati potrebbero restare a contatto con gli immunodepressi, i quali non sono tutelati da questo tipo di previsione normativa".

Questo potrebbe comunque essere l'ultimo anno di applicazione della legge Lorenzin. Secondo quest'ultimo la vaccinazione è obbligatoria solo "in caso di emergenze sanitarie o di compromissione dell'immunità di gruppo", ossia della protezione indiretta che si ha quando la vaccinazione di una parte significativa di una popolazione tutela anche agli individui che non hanno sviluppato direttamente l'immunità.

Da domani asilo vietato per i bimbi non vaccinati

Secondo gli esperti di sanità pubblica, il provvedimento è riuscito nell'intento di alzare le coperture.

In attesa dei dati ufficiali del Ministero della Salute, da alcune regioni vengono indicazioni confortanti.

Nella classifica delle Regioni più virtuose spiccano Emilia Romagna, Veneto, Lombardia, Puglia e Toscana, dove le coperture per i bambini di 24 mesi hanno superato il 95%.

Altre Notizie