Mercoledì, 24 Febbraio, 2021

Visco: "L'oro? Non usabile come finanziamento monetario"

Visco difende Bankitalia è pubblica e dipendenti danno il massimo Visco: "L'oro? Non usabile come finanziamento monetario"
Esposti Saturniano | 08 Marzo, 2019, 02:09

Immediata e indignata la reazione du Giorgia Meloni, che promette battaglia: "l governatore Visco sostiene che le riserve auree italiane sono di proprietà di Bankitalia". "La Banca d'Italia è un ente pubblico". "Questi 85 miliardi - ha aggiunto Visco - sono parte delle attivita' complessive di Bankitalia per 900 miliardi", dunque l'oro rappresenta "meno del 10% del totale". "E' pubblica e i suoi dipendenti svolgono un servizio per la collettività con il massimo impegno". E' una difesa senza tentennamenti quella del governatore Ignazio Visco, incalzato durante lo Spencer Stuart Board Forum a Milano da alcune domande sulle recenti polemiche giunte da ambienti politici sull'istituzione. Non si è fatto sfuggire l'occasione dopo che qualche giorno fa il premier Conte aveva incredibilmente sostenuto questa assurdità rispondendo in Parlamento a un quesito di Fratelli d'Italia. L'oro è una piccola componente" del bilancio, "è della Banca d'Italia e non può essere utilizzato come finanziamento monetario per il Tesoro. A tal proposito, però, Visco è tornato a criticare il bail in, che ovvero le regole che definiscono a livello europeo i salvataggi bancari.

Riguardo al sistema bancario, Visco ha sottolineato che la difficoltà non è la vigilanza ma la gestione delle crisi che è diventata quasi impossibile. "Bisogna portare avanti delle policies sia a livello di banca centrale, sia a livello di governo", ha affermaot avvertendo "se un governo dura 11 mesi c'è un problema".

"Visco ha parlato anche dei fattori che hanno penalizzato l" italia, citando il gap infrastrutturale e la scarsa "capacità di cambiamento e adeguamento", affermando che "il ritardo ha causato un abbassamento della capacità di crescita totale della produttività e non c'e' stato lo sforzo innovativo per cogliere il progresso". "A me pare che la ricerca nel settore pubblico vada migliorata, ma le risorse impiegate non sono molto diverse da altri paesi Ue".

Altre Notizie