Sabato, 07 Dicembre, 2019

Tav, il premier Conte: "Entro venerdì la decisione. Il governo non cadrà"

Tav, il premier Conte: Tav, il premier Conte: "Entro venerdì la decisione. Il governo non cadrà"
Evangelisti Maggiorino | 05 Marzo, 2019, 22:06

In mattinata vertice a Palazzo Chigi tra il premier Giuseppe Conte, i due vicepremier, Luigi Di Maio e Matteo Salvini, e il ministro delle Infrastrutture Danilo Toninelli.

"E' evidente che se ho detto che non ci lasceremo condizionare da pregiudizi ideologici, interessi di parte, da schemi preconcetti, ma siamo aperti per valutare nel modo più puntuale e completo l'analisi costi benefici e trarne le conseguenze e tutte le implicazioni sul piano politico, questo vuol dire che non abbiamo ancora preso una decisione - rimarca il premier - quindi in questo momento tanto può essere la decisione sì Tav che quella no Tav".

Sulla tenuta dell'esecutivo, Conte non ha dubbi: "Perché - specifica - dovrebbe rischiare di cadere il governo" sulla Tav? Mi batterò perché non sia trascurato alcun aspetto per una decisione corretta. "Ora però oltre al percorso di razionalità tecnica subentra anche un percorso di razionalità politica e siamo giunti a quest'ultima fase decisionale".

Intanto con una mozione depositata in Senato, a prima firma Marcucci, il Pd propone la sfiducia per il ministro Toninelli e in capigruppo verrà chiesta la calendarizzazione per l'Aula.

La Lega affida dunque la soluzione al premier, confidando nelle sue capacità di mediazione, come aveva fatto ieri Salvini. La soluzione è nelle mani del presidente Conte, le posizioni di partenza sono note.

Questa mattina l'atteso vertice di governo sulla Tav. "Quando si discute di Torino-Lione, stiamo parlando del nodo più complesso di un corridoio europeo, 57 chilometri per far sì che una linea dell'Ottocento diventi una linea del futuro". "Se non sono capaci si dimettano", ha aggiunto il neo segretario del Pd.

"Il Governo riunito in conclave sulla Tav, mentre i terremotati aspettano - ha scritto via Twitter Mara Carfagna, vice Presidente della Camera e deputata di Forza Italia - l'Istat conferma la recessione tecnica e la disoccupazione giovanile aumenta".

"Se Chiamparino utilizzasse meno la Tav per la campagna elettorale, darebbe una mano a tutti. Detto questo credo che i bandi vadano fatti, altrimenti il rischio di perdere 300 milioni di euro è concreto", ha affermato il viceministro delle Infrastrutture, Edoardo Rixi, ospite di Radio anch'io.

"Guardi io non mi occupo di trovare il compromesso (sulla TAV ndr)". Questa le parole di Emilio Carelli, parlamentare del Movimento 5 Stelle.

Altre Notizie