Lunedi, 17 Giugno, 2019

Reddito di cittadinanza, domande anche nei Caf

Modulo reddito di cittadinanza come compilarlo e come fare domanda 28 febbraio 2019
Esposti Saturniano | 04 Marzo, 2019, 10:37

La domanda di richiesta del nuovo sussidio potrà essere inviata a partire dal 6 marzo per avere i primi accrediti sulle apposite card dalla metà di aprile. Infatti il modello RdC/PdC - Com Ridotto dovrà essere compilato e trasmesso tramite il CAF, solo dopo l'assegnazione di un identificativo alla domanda di RdC/PdC da parte dell'INPS ed entro 30 giorni dalla presentazione. Se le domande fossero smaltite in modo eguale, questo significherebbe che ciascun centro sarebbe chiamato a gestire 4.800 pratiche, 500 per ogni dipendente.

I Caf forniranno dunque il servizio di raccolta delle domande per il reddito da inviare all'Inps gratuitamente. Il reddito o pensione di cittadinanza è un aiuto finanziario rivolto ai nuclei familiari con difficoltà econimiche o che versano in particolari condizioni di disagio sociale, finalizzato a re-inserire il cittadino nel mondo del lavoro. Ma il riquadro è riservato solo ai rappresentanti legali di soggetti impediti o incapaci.

Ci saranno i navigator e i centri per l'impiego - aggiunge - che per la prima volta verranno valorizzati quando prima erano marginali e dove, soprattutto, domanda e offerta di lavoro non si incrociavano.

Ma c'è un altro problema: a Roma è molto estesa la categoria dei poor workers, ovvero i lavoratori regolari ma "poveri", con contratti precari o saltuari, che percepiscono uno stipendio fino a 840 euro: secondo una ricerca di Eures basata sugli ultimi dati disponibili del 2017, a Roma sono più di 400mila di cui almeno 300mila guadagnano meno di 634 euro, sotto la soglia di povertà relativa.

Per presentare la domanda è necessario richiedere all'Inps l'ISEE, l'indicatore della situazione economica equivalente. (250 cc. nel caso dei motoveicoli). Anche nel VII municipio, lungo la direttrice della Tuscolana, tra il Quadraro e il Parco degli Acquedotti, 16mila persone sono chiamate a vivere sotto la stessa soglia di reddito. Dovete anche indicare la rata mensile media del mutuo e il numero delle rate mancanti all'estinzione dello stesso. Questo perché il Quadro E serve per comunicare attività lavorative già iniziate al momento dell'invio della richiesta del reddito di cittadinanza, ma non presenti nell'ISEE; con il modello SR182 si andrà a specificare quanti componenti del nucleo familiare sono interessati da questa disposizione, nonché i redditi percepiti dall'attività lavorativa.

Nel dettaglio, per le DSU presentate tra il 1° gennaio 2019 e il 31 agosto 2019 vanno comunicate le attività lavorative iniziate dopo il 1° gennaio 2017; se la DSU invece è presentata dal 1° settembre al 31 dicembre 2019, l'attività lavorativa deve essere successiva al 1° gennaio 2018. Tutte le informazioni sulla misura, come ottenerla e quali requisiti bisogna avere, si trovano all'interno dell'apposito manuale.

Altre Notizie