Martedì, 16 Luglio, 2019

Ferrari F8 Tributo | 720 CV turbo per l'erede della 488 GTB

Ferrari F8 Tributo, la più potente di sempre. Per la 'piccola' 720 cavalli Ferrari F8 Tributo, l’ultima delle supercar tradizionali italiane debutta a Ginevra – FOTO
Acerboni Ferdinando | 04 Marzo, 2019, 10:07

La presentazione internazionale della F8 Tributo avverrà in occasione del Salone di Ginevra 2019 (7/17 marzo).

Un omaggio, quello al motore V8, dovuto alla sua "carriera": è stato premiato per 3 anni consecutivi come "Best Engine of the Year" nel 2016, 2017 e 2018, oltre a essere riconosciuto come miglior motore degli ultimi 20 anni.

Niente più cilindrate unitarie o numeri che rimandano alla cilindrata e al frazionamento del motore o al numero delle valvole per cilindro, la sostituta della 488 GTB spazza via la tradizione per chiamarsi Ferrari F8 Tributo.

"Siamo di fronte al motore più pieno di birra di sempre per una Ferrari di serie (escludendo le speciali) "e si posiziona - spiegano con orgoglio a Maranello - come punto di riferimento non solo per i motori turbo, bensì per i motopropulsori in senso assoluto".

Il motore della F8 Tributo è il medesimo V8 biturbo 3.9 della Pista e eroga una potenza massima di 720 cv (50 cv in più del modello che sostituisce) a 8.000 giri con 770 Nm di coppia massima a 3.250 giri. Nel video, viene mostrato per un attimo anche il selettore della modalità di guida, che sembra avere una modalità in più rispetto alla 488 GTB (che ha ne cinque). Disegnata dal Centro Stile Ferrari, la carrozzeria della F8 Tributo ha beneficiato di un incremento dell'efficienza aerodinamica del 10%. L'anteriore è fortemente caratterizzato dall'integrazione del S-Duct.

I nuovi fari LED anteriori orizzontali, più compatti, hanno permesso ai tecnici aerodinamici di ricavare nuove prese di raffreddamento freni, in abbinamento con quelle all'esterno del paraurti, per migliorare il flusso d'aria in tutto il vano ruota evitando così di intervenire sul sistema frenante. In virtù della possibilità di ottenere una serie di alleggerimenti ad hoc, il peso a secco di Ferrari F8 Tributo (che fra i controlli alla guida presenta una versione aggiornata "6.1" del Side Slip Angle e prevede il debutto del Ferrari Dynamic Enhancer nel programma di guida "Race") è nell'ordine di 1.330 kg, vale a dire una quarantina di kg in meno rispetto a 488 GTB.

Le feritoie posteriori aiutano a estrarre aria calda dal cofano motore senza influire sull'efficienza dello spoiler soffiato, ulteriormente evoluto per aumentare il carico generato nella parte posteriore dell'auto. La F8 Tributo infatti adotta diverse soluzioni mirate alla gestione della termica motore, come per esempio i radiatori anteriori inclinati verso il posteriore, e le prese dinamiche di aspirazione motore spostate dalla fiancata alla parte laterale dello spoiler. Tutti dettagli che riprendono il disegno delle prime berlinette 8 cilindri come, appunto, la 308 GTB progenitrice della dinastia.

La nuova generazione di HMI (l'interfaccia di comando Human Machine Interface), con bocchette dalla forma rotonda, nuovo volante e comandi, e nuovo display passeggero touchscreen a 7 pollici, migliora significativamente la soddisfazione di guidatore e passeggero.

Altre Notizie