Mercoledì, 19 Giugno, 2019

Firenze, scontro polizia-tifosi atalantini diventa caso nazionale: 'Chiediamo verità, anche a Salvini'

Calcio, scontri tra tifosi dell'Atalanta e polizia a Firenze: cinque agenti feriti Caso ultras, l'Atalanta: "Vogliamo solo la verità"
Cacciopini Corbiniano | 04 Marzo, 2019, 01:39

Secondo la ricostruzione della Questura, gli ultrà dell'Atalanta - che già nel viaggio d'andata avevano provocato momenti di tensione - volevano staccarsi dal corteo per sfuggire alla sorveglianza della polizia e andare a caccia dei rivali della Fiorentina, con cui magari si erano dati appuntamento da qualche parte. Nel comunicato, a titolo "Verità e giustizia", la società bergamasca scrive: "Vogliamo solo la verità". Il tecnico ricorda sempre quanto importanti siano gli equilibri della squadra, che non possono essere subordinati ad altro. "Non amiamo i processi sommari ma crediamo fortemente nella giustizia e nella lealtà dei comportamenti e per questo riteniamo opportuno che quanto successo, e documentato con immagini e testimonianze, sia oggetto di approfondimenti". "Qualcuno vuole la verità e la verità è che un pullman di tifosi atalantini comincia a rallentare in strada senza alcun motivo; si rende necessario l'intervento della scorta e un funzionario di Polizia riceve un calcio in faccia al punto da avere il naso rotto e 7 punti di sutura", spiega Cecchini, che aggiunge: "Dal video si vede il collega che sputa a terra".

Non si placano le polemiche sugli incidenti tra i tifosi dell'Atalanta e la polizia. "E' stata la polizia a fermare il primo pullman della carovana" e gli agenti "hanno usato i manganelli per picchiare chiunque". In un comunicato diffuso su Facebook affermano che i pullman sarebbero stati fatti fermare dagli agenti. In quelle occasioni non ho esitato a condannarne il comportamento, come faccio di fronte a qualunque violenza. "Un Daspo non rappresenta alcun serio limite a chi con allarmante disinvoltura infierisce contro un poliziotto con un bastone, sarebbe ora di cominciare a capirlo e comportarsi di conseguenza". Il gruppo ha inoltre precisato che "non c'è stato alcun contatto con la tifoseria viola, né prima né dopo la partita, e il clima era di assoluta tranquillità" e che la carovana è stata "separata e divisa dalle forze dell'ordine per controllare un pullman che si stava staccando". "Se così fosse si tratterebbe di un episodio gravissimo".

Stando alle dichiarazioni rilasciate giovedì da alcune fonti in questura, nella serata di mercoledì lungo il viadotto del Varlungo, a Firenze, che porta all'autostrada A1, durante il tragitto percorso dai 23 pullman con a bordo i tifosi dell'Atalanta, sarebbe accaduto qualcosa: gli ultras a bordo di alcuni dei mezzi, tutti scortati dalla polizia, avrebbero intimato agli autisti di fermarsi per poi scendere e, armati, iniziare ad aggredire la polizia. "È qui che il reparto celere fa accostare il primo pullman, facendo aprire le porte e salendo a bordo (già in assetto antisommossa), colpendo e ferendo indistintamente tutti gli occupanti e rompendo i finestrini dopo aver divelto la porta anteriore". Tre pullman, riferisce la polizia, hanno rallentato, con tifosi a bordo che iniziavano a travisarsi.

Dunque le immagini del video, cosa sono? Peccato che i fatti raccontino un altra storia, visto che sei agenti sono stati feriti e portati al pronto soccorso.

Altre Notizie