Lunedi, 22 Aprile, 2019

Siria: Micalizzi ferito a un occhio

ANSA  EPA									+CLICCA PER INGRANDIRE ANSA EPA +CLICCA PER INGRANDIRE
Evangelisti Maggiorino | 14 Febbraio, 2019, 13:11

A riferirlo fonti in contatto con i familiari. In mattinata, il giornalista ferito avrebbe parlato al telefono con la sua compagna, chiedendo notizie sulle sue condizioni: Micalizzi è stato operato a Suleimanye, nel Kurdistan iracheno, dove tuttora è ricoverato in un ospedale locale. Si tratta di Gabriele Micalizzi, 34 anni, milanese: era nella zona di Dayr az Zor per documentare l'offensiva curdo-araba, appoggiata dagli Usa, contro l'ultima sacca di resistenza dell'Isis nel Paese. È quanto scrive su Twitter il Rojava Information Center.

Da mesi le milizie curde, con il sostegno aereo della coalizione internazionale guidata dagli Stati Uniti, combattono contro ciò che rimane dello Stato islamico in Siria.

Gabriele Micalizzi è rimasto ferito nell'esplosione di un razzo Rpg a Baghuz, che aveva come obiettivo l'edificio nel quale il reporter si trovava assieme a un suo collega brasiliano della Cnn, il primo a soccorrerlo e lui stesso rimasto ferito di striscio alla testa. Il pm Sergio Colaiocco ha affidato ai carabinieri del Ros la delega per lo svolgimento delle indagini. Qualche giorno fa era stato a Kobane, poi si era spostato nell'area di Deir Ezzor. Diplomato all'Accademia di Belle Arti, è noto a livello internazionale per i suoi reportage di guerra.

Dopo il trasferimento a Baghdad è possibile che Gabriele Micalizzi venga rimpatriato quanto prima, forse "in giornata", a Roma. Le sue foto sono state pubblicate da New York Times, New Yorker, Newsweek, Wall Street Journal.

Altre Notizie