Martedì, 23 Aprile, 2019

Cisl Scuola: "Ministro istruzione si scusi con gli insegnanti della Sicilia"

Bufera sul ministro Bussetti Più fondi al Sud? No dovete impegnarvi Bufera sul ministro Bussetti: «Più fondi al Sud? No, dovete impegnarvi»
Evangelisti Maggiorino | 12 Febbraio, 2019, 13:06

"In questo caso, caro ministro, il Sud deve metterci impegno e sacrificio ma il Governo non può non metterci i fondi", ha concluso il senatore azzurro.

"Purtroppo da quella frase pronunciata di fretta traspare l'esatto pensiero sul Meridione della compagine politica che sostiene il governo di cui fa parte. Con chi pensa di parlare Ministro Bussetti con gli uomini primitivi?". "Al Sud una famiglia su due è in difficoltà se non in povertà - ricorda Spicola - I minori in povertà assoluta sono uno su cinque in Sicilia ad esempio".

Parole che sono state interpretate come una manifestazione di "disprezzo" nei confronti del Mezzogiorno. No, più impegno e lavoro da parte di dirigenti scolastici, studenti e insegnanti.

Bussetti, continua Dagospia, nel corso di un'intervista televisiva aveva detto: "Come colmare il gap tra le scuole del nord e del sud e se verranno erogati nuovi fondi?" "No. Voglio evitare che si parli sempre e solo di risorse". Il problema è che è difficile fraintendere gli sguardi. Un Marco Bussetti che però, volendo ben rivedere il video incriminato e la domanda del giornalista, non sembra essere stato messo con le spalle al muro come invece ha lamentato.

Un comportamento assurdo ed inaspettato da parte di una delle massime autorità di Governo.

L'irritazione della Gilda insegnanti: basta stereotipi insegnati contro Contro il ministro si schiera anche Rino Di Meglio, coordinatore nazionale della Gilda degli Insegnanti, irritato per il ricorso "ai soliti stereotipi e luoghi comuni sul Sud fannullone", mentre Bussetti dovrebbe ricordare che "il 40% degli insegnanti in servizio al Nord proviene dalle regioni meridionali, a dimostrazione che la nostra non è di certo una categoria professionale di nullafacenti". E noi non possiamo chiedere neanche i fondi per aiutare la nostra scuola. Ovviamente per investire sulla sicurezza, sull'edilizia scolastica, manutenzione e adeguamenti antincendio e antisismici servono soldi. Oppure che le scuole migliori, quelle con un maggior numero di collaboratori, con i migliori collegamenti e le migliori strutture sono al nord. E i consiglieri M5s della Campania chiedono le scuse del ministro."Il compito dei governi è di rimuovere gli ostacoli che non permettono la crescita e lo sviluppo del Sud e dell'intero Paese". Ma la sortita del ministro fa saltare anche i nervi al Movimento. Altro che dichiarazione strumentalizzata! Ministra per il sud batti un colpo! "L'impegno, lavoro e sacrificio". Gli occhi e la passione di tanti docenti e presidi che ho incrociato in questi anni raccontano di quanta fatica e quanta dedizione ci sia nel lavoro di ogni giorno.

Aggiungo, solo a titolo esemplificativo, che i docenti spesso conoscono oltre che i nomi di tutti gli alunni, le loro storie, le loro paure, i loro desideri, i disagi ed i sogni, perché anche al di fuori delle aule, a dispetto di un immaginario collettivo superficiale, li ascoltano, li seguono, li " orientano". "Dopo la sparata del giorno Bussetti si dimetta", afferma la Rete degli studenti medi.

Altre Notizie