Mercoledì, 24 Aprile, 2019

Caso Tonelli, da Napoli: "Si sapeva, niente riscatto"

Sampdoria A 20 presenze scatta l'obbligo di riscatto ma la Samp non lo vuole: Tonelli prigioniero, giocherà pochissimo e tornerà a Napoli
Cacciopini Corbiniano | 10 Febbraio, 2019, 19:10

Lorenzo Tonelli è diventato un problema in casa Sampdoria. Una situazione che non è sfuggita ai più attenti, giustificata da Giampaolo con la crescita di Colley, che è stato il sostituto al fianco di Andersen.

Tredici presenze conquistate fino adesso con la Sampdoria, ma con un futuro lontano da Genova. Secondo quanto riportato da Il Mattino, i blucerchiati non hanno più intenzione di riscattarlo, quindi è facilmente intuibile che nella seconda parte di stagione, Tonelli giocherà pochissimo e non raggiungerà le fatidiche 20 presenze che servono a far scattare l'obbligo, dato che ha già giocato 13 partite.

Il prezzo concordato con il Napoli per il riscatto del difensore, 7,5 milioni, è attualmente ritenuto troppo elevato dalla società di Corte Lambruschini, che a gennaio ha già provato, senza successo, ad abbassare la cifra richiesta dai partenopei. Si era intavolata una trattativa con l'Empoli - squadra dove è cresciuto ed è stato lanciato nel grande calcio della Serie A - che sembrava potesse andare a buon fine ma poi si è arenata con il giocatore che è rimasto in Liguria in attesa di far rientro a Napoli dove però sembra non vi sarà spazio per lui nel progetto di Ancelotti.

Altre Notizie