Lunedi, 19 Agosto, 2019

Migranti Sea Watch, Francia fa dietrofront: "non li vogliamo più"

La Francia non vuole più i migranti della Sea Watch La Francia cambia idea: non vuole più gli immigrati della Sea Watch perché sono “migranti economici”
Evangelisti Maggiorino | 10 Febbraio, 2019, 15:37

Il Viminale aveva avvertito che il governo transalpino aveva "cambiato idea" sui nove richiedenti asilo che si era detta disponibile ad accogliere.

Il ministro dell'Interno francese Cristophe Castaner ha fatto sapere sulla questione Sea Watch che "in realtà la Francia accoglierà 7 migranti, mantenendo quindi i suoi impegni".

Le ire di Parigi sono però rivolte soprattutto al Movimento 5 stelle per l'incontro avuto con Christophe Chalencon, uno dei leader della protesta dei gilet gialli. Le sue parole arrivano dopo le polemiche fra Roma e Parigi sulla ripartizione dei naufraghi fra i diversi Paesi europei. Lo ha reso noto il ministero dell'Interno francese. Poi spiega: "Questa mattina mi sono alzato contento perché per la prima volta le espulsioni sono state più degli arrivi: dall'inizio dell'anno sono stati 202 gli sbarchi e 692 le espulsioni". E ha pubblicato sui social network la lettera scritta al collega. Lo si apprende da fonti del Viminale, cui Parigi ha fatto sapere di voler "prendere solo persone che hanno bisogno di protezione e non migranti economici".

La guerra diplomatica tra Francia e Italia prosegue. Così il vicepremier Matteo Salvini ha risposto ai giornalisti a Vicenza che chiedevano se fosse previsto un atto distensivo con il presidente francese Macron.

Altre Notizie