Mercoledì, 20 Febbraio, 2019

Vieri: "Inter non attrezzata per vincere lo scudetto, su Spalletti…"

Christian Vieri Vieri sull’Inter: “Ci vuole tempo e pazienza, Spalletti è l’uomo giusto”
Cacciopini Corbiniano | 09 Febbraio, 2019, 23:53

In una lunga intervista ai microfoni de la Gazzetta dello Sport, Christian Vieri, ha parlato di vari temi, ma soprattutto di Inter. Piatek? Mi piace molto, va in profondità, spacca la linea difensiva avversaria, fa reparto da solo. "Credo che gli altri due posti se li giocheranno fino alla fine Inter, Milan, Lazio e Roma". Ruggeri e ora Percassi stanno rendendo grande una società grazie alla valorizzazione dei giovani che hanno in vivaio. Gasperini sicuramente è il miglior allenatore in Europa per la crescita dei giovani, li affianca ai più esperti e li rende forti mentalmente. Vieri parla anche dell'Inter e difende Spalletti: "Credo che in un paio di anni l'Inter possa colmare gran parte dell'attuale gap". Comunque è pur sempre terza. "Ci vuole tempo, ma in Italia non lo concedono". Lavora molto sul fisico, le sue squadre vanno a mille all'ora.

Intanto, il club è tornato in Champions, e secondo me è stato un buonissimo cammino considerato il girone. "Negli ultimi cinque anni sia la Juve sia l'Atletico hanno disputato due finali di Champions...". A questo punto, meno male che non è arrivato Modric, altrimenti chissà cosa si sarebbero inventati... In bianconero sono stato solo un anno ma lì è nato il vero Vieri. Mi hanno introdotto nel grande calcio, ho appreso da campioni eccezionali, mi hanno fatto capire cosa servisse concretamente per affermarsi e confermarsi a certi livelli. "In una stagione (1996-97) abbiamo vinto Intercontinentale, Supercoppa europea e scudetto". In Nazionale ci devono andare i migliori del momento, e Quagliarella segna più di tutti. Finalmente emerge la qualità con Zaniolo, Chiesa e molti altri. Una generazione oltretutto cresciuta insieme già dalle Under azzurre, un po' come succedeva ai miei tempi. L'Atalanta? Hanno un gioco divertente e non mi sorprende che siano in alto in classifica. "Il Mancio ci porterà lontano, ne sono certo".

Altre Notizie