Mercoledì, 20 Febbraio, 2019

Inter, Spalletti: "Tutto in discussione, ci giochiamo le carriere"

Veridiana a FcIN Veridiana a FcIN"Adoro andare in Curva. Perisic grazie e arrivederci. Icardi pensi a segnare. Vorrei Kroos
Cacciopini Corbiniano | 08 Febbraio, 2019, 20:23

Il messaggio è sempre stato lo stesso, che ho ricevuto dalla società e da chi ho vicino quotidianamente.

Luciano Spalletti ha convocato 21 calciatori per il delicato match contro il Parma in programma domani sera allo stadio 'Tardini' e valevole per la 23esima giornata di Serie A.

Spalletti è convinto che in tutto il mese di gennaio "sia mancato un pezzo di quelle che sono le nostre immense possibilità. Ci sono cose che è urgente migliorare: noi dobbiamo lottare su ogni pallone perché le partite se ci arrivi con la giusta forza mentale le puoi vincere tutte, le partite le vinci se arrivi all'80-90% del tuo rendimento, perché al 70% ci arrivano tutti". Umiltà, orgoglio per la maglia che si indossa, professionalità, rispetto per la propria carriera. "Poi a peggiorare le cose è capitato qualche infortunio, qualche squalifica, qualche divagazione in merito al mercato". "Anche sulle palle inattive siamo più forti di quello che stiamo facendo vedere".

"Giuseppe Marotta, quando dice che l'ultimo allenatore l'ha esonerato vent'anni fa, non è realista ma molto concreto". A Parma servirà come il pane il miglior Icardi: "Il talento, il calciatore forte, quello che fa gol viene di conseguenza al lavoro di squadra: se la squadra non funziona, non c'è talento che può rimettere a posto tutto". Noi ci siamo legati per tre anni in estate perché eravamo consapevoli di dover fare un percorso che avrebbe richiesto tempo per riuscire a portare il discorso dove molti si aspettano e dove vogliamo portarlo e per quanto mi riguarda le cose non sono cambiate. Le risposte non le dobbiamo dare a voi, o per lo meno anche, ma quelle importanti bisogna darle in partita. Mi aspetto che si vada a Parma per fare risultato, ma anche confermare quanto di buono fatto in questi 18 mesi. Chiusura sull'infermeria: "Keita non è a disposizione, lo sarà dall'Europa League, mentre Borja Valero va valutato perché persiste un'infiammazione che sembrava più leggera". Nel commentare la situazione dell'Inter ha spiegato come, a calciomercato estivo già definito in parte, ora ci sarà da risolvere le questioni spinose delle ultime settimane per chiudere al meglio la stagione.

Altre Notizie