Mercoledì, 20 Febbraio, 2019

Helsinki: una conferenza per fare il punto sullo sviluppo dell’intelligenza artificiale

Intelligenza Artificiale: l'Università di Bologna è pronta per il futuro All'Alma Mater ora si studia l'intelligenza artificiale | VIDEO
Esposti Saturniano | 08 Febbraio, 2019, 18:29

Il team italiano, assistito dall'Ambasciata, ha avuto dunque una fitta serie di incontri, con l'Alan Turing Institute, con l'Imperial College, con l'Office for AI (agenzia pubblica britannica per il coordinamento delle politiche pubbliche a sostegno del settore) e il Digital Catapult (centro a finanziamento pubblico-privato per la crescita delle startup digitali, in modo particolare nei settori afferenti alla machine intelligence e sue possibili applicazioni).

Un aspetto importante dell'istituzione del corso di laurea in Intelligenza Artificiale è il centro interdipartimentale per la ricerca sull'intelligenza artificiale che aprirà la prossima primavera. A riportare la notizia è il sito Skuola.net. A dirlo è il Sole24Ore, secondo cui la competizione potrebbe essere lanciata in concomitanza con il piano strategico per l'intelligenza artificiale, sulla quale i lavori sembrano essere già andati molto avanti durante il primo incontro avvenuto con i 30 esperti al MISE il 21 gennaio (la commissione si riunirà per il secondo incontro l'8 febbraio). Rotolo sottolinea inoltre che dal 2012 l'Università di Bologna ha raccolto 50 milioni di euro da destinare alla ricerca sull'intelligenza artificiale, di cui 20 andranno a finanziare il progetto AI4EU, il cui fine è quello di creare una piattaforma europea.

Il corso di laurea sull'IA sarà attivato dal dipartimento di Informatica-Scienza e Ingegneria. Sarà completamente in lingua inglese e si concentrerà sulle discipline fondanti e applicative dell'intelligenza artificiale.

La creazione del nuovo corso di laurea, spiegano dall'Università, nasce dalla forte richiesta dei settori produttivi più avanzati difigure professionali con un'elevata specializzazione nei metodi e negli strumenti dell'intelligenza artificiale, capaci di affrontare la progettazione, la realizzazione e la gestione di prodotti e servizi altamente innovativi.

Ma già da aprile sarà operativo, con una grande sede individuata tra le proprietà dell'Alma mater, il nuovo centro di ricerca tutto dedicato all'Ai che mette insieme in modo interdisciplinare quasi 20 dipartimenti. Qui si studieranno e si progetteranno auto che si guidano da sole, robotica avanzata e gli sviluppi futuri della tecnologia, ma anche le loro implicazioni etiche e giuridiche. Realizzando approfondimenti, anche tramite ricerche di base, che toccheranno l'informatica, la matematica, le scienze cognitive, la bioingegneria, le neuroscienze.

Altre Notizie